Attualità

A Natale aumenta il traffico illegale dei cani dall’Est Europa

Adv
Adv

Aumenta sotto le feste di Natale, il traffico illegale di cani: cuccioli importati dai paesi dell’Est Europa senza che nessuno si preoccupi della provenienza e delle condizioni in cui viaggiano. Arrivano in Italia dopo viaggi che durano anche 12 ore, nascosti in furgoni e TIR, stipati in scatole senza cibo né acqua.

Fenomeno, purtroppo, che ha portato a sequestri e controlli sempre più serrati da parte dei Carabinieri del Nucleo Forestale. Ma questo traffico illegale di cani non si ferma. In Italia vengono poi venduti a prezzi molto alti, anche 20 volte superiore al valore di vendita “normale” da allevamenti, talvolta, abusivi.

Traffico illegale di cani e risultati dei controlli

I cuccioli vengono comprati da persone senza scrupoli ad un prezzo medio di 60 € e venduti anche a 1500 €: tale prezzo sarebbe dovuto all’alta mortalità di cuccioli ancora troppo piccoli per essere levati alla madre, senza controlli veterinari e vaccinazioni. Questa mortalità è stimata almeno al 50% dei cuccioli trasportati.

Il 20 ottobre, durante un sequestro avvenuto da parte dei Carabinieri del Nucleo Forestale dell’Emilia Romagna, è stato iscritto nel registro degli indagati anche un veterinario compiacente che produceva falsi documenti riguardanti la salute dei cuccioli. E ancora, in provincia di Treviso, sono stati trovati dei cuccioli provenienti dalla Romania, imprigionati in scatole di plastica chiuse con fil di ferro.

Il consiglio è quello di diffidare sempre di allevamenti che vendono cuccioli a prezzi molto alti, in cui non vi è la madre dei cuccioli stessi, denunciando prontamente le irregolarità riscontrate. Meglio affidarsi ad allevatori seri e a canili certificati e adottare il proprio “migliore amico”: inoltre, è consigliabile informarsi presso le associazioni animaliste per avere contatti fidati presso cui rivolgersi in tutta sicurezza. Ricordare sempre che il cane non è una moda o un giocattolo da regalare per Natale: è un fedele amico che non dovrà mai essere abbandonato.

Lara Vanni

SEGUICI SU:

Twitter https://twitter.com/MMagazineItalia

Instagram : https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit

Facebook: https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia/

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button