Formula 1

Alfa Romeo Racing, grande qualifica: le prospettive per il GP Arabia Saudita

Adv
Adv

Buon inizio per la scuderia biancorossa in questo GP dell’Arabia Saudita. Certamente una qualifica da non sottovalutare per l’Alfa Romeo Racing ORLEN. Un posto in Q2 direttamente assicurato per Antonio Giovinazzi e Kimi Räikkönen, con brillanti prestazioni e ottimi risultati per il team. Dei grandi piloti, con un 12° posto in classifica per il finlandese, che sfiora il possibile passaggio alla Q3, orgogliosamente ottenuta invece dallo stesso Giovinazzi con il decimo miglior tempo. Grande ottimismo così per la scuderia italiana, pronta ora, con una posizione di partenza a dir poco favorevole, a tutte le sfide della gara di oggi.

Brillanti prestazioni dei piloti dell’Alfa Romeo Racing: brillanti prestazioni e pochi giri. Räikkönen manca di poco la Q3

Punto di arrivo vicino la Q3 per Kimi Räikkönen, purtroppo mancata nonostante l’alto livello della prestazione.

È stata una buona prestazione, eravamo molto vicini ad arrivare in Q3 ma alla fine non ha funzionato – spiega infatti il pilota – L’ultima curva non è stata così buona e ci è costata un po’ di tempo, ma alla fine quello che ha fatto la differenza è che probabilmente avremmo dovuto rimanere sulle medie per un giro in più. Volevo provare le gomme morbide e non ha funzionato. Tuttavia, siamo in una buona posizione per iniziare: è difficile dire come andrà la gara, sarà sicuramente importante esserne nel bel mezzo e daremo di tutto per portare a casa un buon risultato”.

Decisioni che sembrano così aver ridimensionato dei più che buoni risultati, ma con una posizione di inizio ancora comunque prospera. Una scelta, quella delle gomme morbide al posto delle medie, che ha sicuramente fatto la differenza, come notato anche dal compagno di team Antonio Giovinazzi.

“Sapevamo che le gomme medie sarebbero state migliori e abbiamo dimostrato quanto fossero buone in Q2. Le soft in Q3 non sono state così buone e abbiamo faticato un po’ di più – dichiara appunto il pilota di Martina Franca – ci è voluto più tempo per metterle nella finestra giusta, ma domani inizieremo con il mezzo che è positivo”. Si mostra anche divertito, con una macchina che è stata “semplicemente brillante”. “Partire in P10 con le nostre gomme preferite, su una pista come questa, andrà bene e non vedo l’ora che arrivi la garaaggiunge poi chiari buoni propositi – Abbiamo avuto un weekend forte dalle FP1 e ora non ci resta che tenere questo ritmo, magari con un po’ di fortuna che ci è sfuggita per tutta la stagione, per portare a casa un buon risultato”.

Molto soddisfatto anche il team principal Frédéric Vasseur di Alfa Romeo Racing ORLEN, contento per essere stati tra i più vicini ad avere due vetture in Q3:

Abbiamo capitalizzato il buon inizio del nostro weekend, ieri in prova, e abbiamo continuato a costruire su di esso. Entrambi i piloti erano a proprio agio con le loro auto e hanno fatto buoni giri, al limite, quando contava. Tuttavia, non ci sono punti in offerta oggi: abbiamo ancora una lunga gara davanti a noi e dovremo assicurarci di massimizzare le nostre possibilità domani. Nessuno sa come andrà a finire la gara: sarà una serata molto interessante, questo è certo”.

Seguici su Metropolitan Magazine.

Liliana Longoni

(credit-foto-Antonio Giovinazzi – Alfa Romeo Racing Orlen Official Twitter Account)

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button