Gossip e TV

Alvise Rigo, chi è l’affascinante ex rugbista: “Da piccolo mi hanno bullizzato”

Alvise Rigo, nato a Venezia il 12 dicembre del 1992, è un ex rugbista ed ex concorrente di Ballando con le stelle 2021. Diplomato al Liceo Scientifico, si è poi iscritto all’università a Padova al corso di mediazione linguistica e culturale. L’esordio di Rigo da rugbista nella massima serie italiana avviene con la maglia del Mogliano Rugby. Nel corso della sua carriera ha giocato anche con altre squadre: la Valsugana, il Lazio Rugby e il Petrarca Rugby. Molti gli infortuni nella sua carriera, il più grave un impatto alla testa a 30 chilometri orari. Rigo è rimasto immobilizzato per parecchio tempo e successivamente ha deciso di lasciare l’agonismo.

Per lui in carriera anche una frattura alla caviglia e al setto nasale. Lasciato il Rugby, Alvise si è trasferito a Milano dove ha iniziato a lavorare come modello, barman, buttafuori e personal trainer.

Alvise Rigo: single o fidanzato?

Riguardo la sua vita privata Alvise Rigo è molto riservato. In un’intervista per Affariitaliani.it, ha dichiarato: “Sono single, quando mi sono trasferito a Milano aveva appena concluso una storia. Ora mi dedico alle mie passioni e al lavoro”. Nel 2019 è stato fotografato con la figlia di Berlusconi, Eleonora, ma tra i due c’è soltanto un’amicizia. Sui suoi profili social non ha pubblicato foto con nessuna ragazza. Non si sa quindi se abbia trovato l’amore o se lo stia ancora cercando. Quel che è certo è che l’ex rugbista ha molto legato con la sua insegnate di ballo, Tove Villför. I due trascorrono molto tempo insieme anche fuori dalla sale prove. Sabato hanno assistito insieme alla partita della nazionale di Rugby contro la Nuova Zelanda all’Olimpico di Roma, come testimonia uno scatto sui loro profili social.

L’amore“Io ho sempre avuto una vita molto libertina, fatta di passioni. Ho conosciuto diverse personalità e ho sofferto per colpa delle donne. Anche in quel caso, il fatto di mettersi in gioco mi ha salvato”.

L’ex sportivo ha raccontato che a scuola veniva preso in giro, bullizzato, perché era più piccolino rispetto agli altri ragazzi: “Mi sono alzato molto dai 16 anni in poi, in prima superiore ero molto piccolo. Stavo al loro gioco, ma effettivamente ne risentivo. Mi consolavo con lo sport, mi sfogavo”.

Adv
Adv
Adv
Back to top button