Andrea Pavan: è crisi di risultati?

Purtroppo per il giocatore italiano, sono parecchi mesi che non arrivano buoni risultati. È infatti dall’Open d’Italia di ottobre dello scorso anno che Andrea Pavan non conquista una top ten.

Andrea Pavan: un grande 2019

Lo scorso anno il giocatore italiano ha disputato una stagione da incorniciare: 5 top ten tra cui il terzo posto al D+D Real Czech Masters e la grande vittoria nel BMW International Open, dove ha battuto al playoff con un birdie Matthew Fitzpatrick, la cui caratura è evidente. Un altro dato importante riguardo il 2019 di Andrea Pavan è rappresentato dai soli 8 tagli mancati sulle 29 gare giocate. Grazie a questi risultati è riuscito a raggiungere la miglior posizione mia ottenuta in carriera nel World Ranking: la numero 65.

Andrea Pavan
Andrea Pavan durante l’Open d’Italia dello scorso anno (Foto della redazione)

Il declino nel 2020

Quest’anno purtroppo per Pavan i risultati non stanno arrivando: nelle nove gare a cui ha preso parte ha mancato ben sei tagli, ottenendo come miglior risultato il 30° posto ad inizio stagione nel Hong Kong Open. Anche la posizione nel World Ranking sta scendendo di settimana in settimana, ed oggi si trova al 126° posto. Anche in Race to Dubai la posizione non pare consona per un giocatore del suo livello: alla numero 236. Considerando che lo scorso anno ha concluso al 33° posto, ci si può aspettare qualcosa in più.

Le statistiche

Analizzando le statistiche di Andrea si nota che, in quasi tutte le varie componenti del gioco, sia peggio della media dei giocatori sullo European Tour. Il miglior aspetto del gioco di Andrea quest’anno è lo Scrambles, dove ha il 48,1% rispetto al 44,1% della media del field ed in questa classifica è al 91° posto. La peggiore è invece quello della media score, dove è al 148° posto, con 73,1 colpi di media. Con questi numeri purtroppo il giocatore romano farà molta fatica a tornare al top.
Augurando ad Andrea il meglio per il suo gioco e futuro, non ci resta altro che tifarlo dal divano di casa in ogni gara dove scenderà in campo. Riuscirà a ritrovare la forma straordinaria dello scorso anno?

Per altri articoli sul golf cliccate qui.

Per rimanere aggiornati seguite la nostra Pagina Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA