Cultura

Animali fantastici e dove trovarli 2: conclusa la nuova sceneggiatura!

Adv
Adv

É la stessa J.K.Rowling, madre ideatrice del maghetto più ricco di tutti i tempi, ad aver annunciato ai fans, su twitter, di aver terminato la sceneggiatura del sequel “Animali fantastici e dove trovarli”. Alla regia torna David Yates, già direttore del primo film e degli ultimi tre della saga indimenticabile di “Harry Potter”.

Quando gli animali fantastici approdano nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, sono trascorsi cinque anni dall’ultima apparizione, commovente e indelebile, di Harry Potter e i suoi amici sul binario 9 e 3/4. Una voragine emotiva difficile, quasi impossibile, da colmare per uno dei fandom più affezionati e pignoli di sempre. Lo spin-off, ispirato all’omonimo libro della Rowling, ci regala la preziosa opportunità di rivivere, col classico sospiro tra i più malinconici che si rispetti, quell’ambientazione magica e surreale che tanto ha fatto sognare, negli anni, le generazioni che, imbattendosene, ne sono rimaste stregate.

Siamo nella New York degli anni ’20, il duo dei David, Yates ed Heyman, portano sul grande schermo le avventure del magizoologo Newt Scamander e la sua lotta per la salvaguardia delle creature magiche del mondo. Un destino teso ad intrecciarsi con quello di altri pittoreschi personaggi: l’ex Auror Tina Goldstein, la seducente sorella Queenie Goldstein e il simpatico babbano, coinvolto inconsapevole, Jacob Kowalski. Un primo capitolo, quello cinenatografico, che ha instillato entusiasmo negli spettatori ottenendo incassi da capogiro, puntando sull’animo ingordo e insaziabile degli appassionati mai assuefatti da questa saga.

Grandi nomi spiccano nel cast assoldato per il secondo lungometraggio atteso per il 2018: Jude Law, udite udite, nei panni di un giovane Albus Silente.
L’appetibile occasione di assistere alla nascita e all’evoluzione del rapporto tormentato del celeberrimo preside di Hogwarts con Gellert Grindelwald, il Mago Oscuro interpretato da Johnny Depp, la cui breve comparsa nel film precedente aveva alimentato il fattore “wow” nella fetta di pubblico rimasto inconsapevole.

E nell’attesa inesorabile che ci separa dalla visione prevista per il prossimo anno, non possiamo esimerci dal dichiarare il nostro proposito nell’essere spietati nel giudizio finale, anzi: giuriamo solennemente di non avere buone intenzioni!

Alessia Lio

Adv
Adv

Alessia Lio

Dispensatrice di parole comuni, fagocitante di nuove e inespresse, faccio della scrittura il catalizzatore principale del mio mondo interiore. Misantropia e ironia come ingredienti principali del mio minestrone. La Cultura Nerd è, qui, la mia missione.

Related Articles

Back to top button