Cultura

Auguri di San Lorenzo: frasi e immagini da mandare via WhatsApp il 10 agosto

Il nome Lorenzo deriva dal latino “Laurentius” e vuol dire “abitante di Laurento”. In altri casi il nome Lorenzo viene avvicinato al termine latino “laurus”, ovvero alloro, e in questo caso può significare “cinto con l’alloro. Per quanto riguarda il nome Lorenzo il suo numero fortunato è l’1, il suo colore è il verde e il suo metallo è il mercurio. Di solito le persone che hanno questo nome sono generose e sensibili. Il suo onomastico ricade proprio oggi, 10 agosto, nella giornata delle stelle cadenti quando appunto si ricorda San Lorenzo Martire. Ecco 10 frasi per gli Auguri di buon onomastico per San Lorenzo

Ecco 10 frasi per gli Auguri di buon onomastico per San Lorenzo

  1. Gli antichi credevano che nel nome fosse racchiuso il nostro destino, spero che il tuo futuro sia meraviglioso. Auguri di buon onomastico!
  2. Il calendario oggi dice che il tuo onomastico: tra tutti quelli che conosco che hanno il tuo stesso nome, di sicuro tu sei il più speciale!
  3. Un grande bacio tutto per te, che hai un nome così speciale e famoso: ti auguro una giornata ricca di felicità! Buon onomastico!
  4. Mille pensieri affettuosi e auguri di cuore a te che sei una persona tanto speciale e unica!
  5. Avevo pensato a una frase speciale ma poi ho capito che sono le frasi semplici ad essere le più speciali, se dette col cuore. Buon onomastico!
  6. Anche se nel cielo vivono miliardi di stelle, la più brillante e luminose per me sei tu. Felice onomastico!
  7. Anche se nel cielo vivono miliardi di stelle, la più brillante e luminose per me sei tu. Felice onomastico amore mio.
  8. Il tuo nome è come tanti ma tu sei una persona come poche. Buon onomastico!
  9. Sarebbe impossibile non ricordarsi di te in questo giorno! Felice onomastico!
  10.  Buon onomastico Lorenzo! Un nome stupendo per una persona meravigliosa come te!

Agli inizi di agosto del 258 l’imperatore Valeriano proclamò l’editto che condannava a morte tutti i vescovi, i presbiteri e gli diaconi. L’ordine a Roma fu eseguito immediatamente e Papa Sisto II fu ucciso mentre celebrava l’eucarestia insieme a quattro dei suoi diaconi tra cui Innocenzo e, qualche giorno dopo, Lorenzo, deceduto all’età di 33 anni, dopo un atroce martirio sulla graticola.

10 agosto, la notte di San Lorenzo: tra leggenda e tradizione

Ogni anno, il 10 agosto, si ha il tradizionale appuntamento con le stelle cadenti. Questo, un fenomeno così erroneamente chiamato per ricordare il ricorrente passaggio dello sciame meteorico delle Perseidi nella notte del 10 agosto e in quella dei giorni successivi. Un fenomeno astronomico che fin da sempre è associato alla ricorrenza del martirio di San Lorenzo. Lui, martire cristiano condannato a morte nel 258 per mano dell’Imperatore Valeriano. Da qui, si alimenterà un culto fortemente sentito nei primi secoli della Chiesa Cattolica. Nasce la credenza che lo sciame delle Perseidi sia una manifestazione delle lacrime versate dal martire durante il suo supplizio sui carboni ardenti.

Nasce così l’usanza di esprimere un desiderio ogniqualvolta si veda una stella cadente – o meglio una meteora. L’usanza deriva difatti da quella che è l’interpretazione data al termine desiderio. Diverse le versioni: nel “De Bello Gallico“, ad esempio, Caio Giulio Cesare cita i ‘desiderantes’ come i soldati che aspettano sotto le stelle i compagni dispersi in battaglia. Oppure valida, anche la versione religiosa per cui il termine latino ‘desidus’ significhi letteralmente “cessare di contemplare le stelle a scopo augurale”. Qualunque sia l’etimologia del termine, è intorno a questa leggendaria tradizione che la notte del 10 agosto si vive così una delle notti più poetiche e romantiche dell’anno: la notte di San Lorenzo.

Frasi da mandare Via Whatsapp San Lorenzo

Seguici su Google News

Back to top button