Bari ha ritrovato l’entusiasmo

Ora Bari ha davvero tutti gli ingredienti giusti per regalare ai propri tifosi una stagione memorabile. Ottimi acquisti, buona preparazione e grande entusiasmo della piazza: ora non si può fallire. Le grandi aspettative portano però oneri e onori, e la pressione potrebbe giocare brutti scherzi.

Il Bari, rientrato da Bedollo nel capoluogo pugliese, si avvicina sempre di più all’inizio del campionato di Serie C. La prossima stagione vede infatti i biancorossi favoriti per la vittoria del Girone C, grazie alla fastosa campagna acquisti mossa dalla macchina societaria targata De Laurentiis. Le aspettative sono quindi molto alte, con i galletti che dovranno essere in grado di gestire anche i momenti difficili, vista la passione e la difficoltà di una piazza come Bari.

Il calore di Bari

Rientrati da Bedollo nei scorsi giorni, la compagine biancorossa è stata accolta con un inaspettato calore dai suoi tifosi nei primi allenamenti. La squadra, compresi elementi esperti come Antenucci, hanno sottolineato la sorpresa nel vedere così tanta affluenza. Questo è sintomo di un entusiasmo che, dopo anni bui, sta tornando in auge in una piazza appassionata come quella pugliese.

Mirco Antenucci accolto dai tifosi biancorossi (Credits: Luca Turi)

Bari ha sempre dimostrato di essere una piccola grande realtà, che dopo i fallimenti targati Matarrese e Giancaspro, ha ritrovato serenità e solidità con i De Laurentiis. Soprattutto ha ritrovato ambizione, voglia di puntare sempre al massimo risultato e di non porsi limiti nei progetti futuri. E al di là delle parole, i nuovi proprietari hanno dimostrato con i fatti queste intenzioni: investimenti intelligenti e importanti scommesse finora hanno pagato.

La pressione, arma a doppio taglio

Probabilmente la decisione della società di unire esperienza e freschezza non rientrava solo nell’ottica di un progetto tecnico: alzando l’asticella, aumentano aspettative e pressione. E queste non sono sempre elementi facili da gestire, se non si è abbastanza maturi nell’affrontare certi momenti della stagione. Ecco perché la presenza di over 30 diventa fondamentale per quanto riguarda le energie nervose da distribuire nel corso dell’anno. Elementi come Antenucci, Di Cesare e Scavone possono rivelarsi la vera chiave della stagione.

Di Cesare, Antenucci, De Laurentiis e Scavone in posa con le nuove divise (Credits: SSC Bari)

Qualche giorno fa il presidente De Laurentiis ha lanciato la campagna abbonamenti, e le previsioni vedono grande affluenza al San Nicola: non potrebbe essere diversamente. La campagna, il cui tema è “Noi Siamo Bari“, sarà quella di un anno colmo di aspettative, e senza ombra di dubbio, irripetibile. Ora Cornacchini e i suoi ragazzi non possono sbagliare: gli ingredienti per vincere, ci sono tutti. Serve non perdersi negli infiniti gironi dell’inferno chiamato Serie C.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI FRANCESCO RICAPITO

© RIPRODUZIONE RISERVATA