Cronaca

Bayern-Arsenal, il carrarmato tedesco asfalta i fragili gunners

Big match di Champions League in quel di Monaco di Baviera, la squadra di Ancelotti ospita i gunners di mister Wenger. I Bavaresi sono storicamente più solidi e concreti, a differenza della controparte londinese più dedita all’estetica. Sembrerebbe esserci un netto favorito ma l’ultimo confronto in fase eliminatoria tra queste due squadre ha messo in seria difficoltà il club di Monaco che ha rischiato di uscire proprio nell’anno che li avrebbe poi incoronati campioni d’Europa. Uno 0-2 firmato Giroud e Koscielny, dopo l’1-3 dell’andata che ha messo in seria apprensione i padroni di casa.

BAYERN MONACO: Neuer; Lahm, Javi Martinez, Hummels, Alaba; Xabi Alonso, Vidal; Robben, Thiago Alcantara, Douglas Costa; Lewandowski. All: Ancelotti

ARSENAL: Ospina; Bellerin, Mustafi, Koscielny, Gibbs; Xhaka, Coquelin; Oxlade-Chamberlain, Ozil, Iwobi; Sanchez. All: Wenger.

Primo tempo avvincente, I padroni di casa tengono il pallino del gioco nei primi minuti, l’Arsenal sembra impaurito e fatica a ripartire. Al decimo gol meraviglioso di Robben, servito da Douglas Costa, il fuoriclasse olandese ha tutto il tempo di sistemarsi il pallone sul sinistro e far partire una parabola che si va ad insaccare alle spalle di Ospina. Il Bayern continua a far circolare il pallone ma senza affondare. Al trentesimo la squadra di Wenger porta il risultato in pareggio. Su calcio d’angolo Lewandowsky tenta in maniera scomposta di spazzare  ma viene anticipato da Koscielny che subisce il fallo. Sanchez riesce a infilare la palla alle spalle del portiere dopo che questo ha respinto il pallone rimettendolo in mezzo, dove l’attaccante cileno ha avuto la possibilità di ribattere a rete. Il Bayern non si scompone e continua a fraseggiare, in qualche circostanza l’Arsenal tenta il contropiede ma il primo tempo finisce 1-1.

 

Alexis Sanchez, autore del momentaneo pareggio londinese. Foto dal Web.

 

 

Il secondo tempo prende tutt’altra piega. Il Bayern continua a spingere e si ripresenta il copione dei primi minuti del primo tempo, ma questa volta i bavaresi non si fermano al vantaggio ma dilagano. Prima con Lewandowski che insacca alle spalle di Ospina un cross al bacio di Lahm. Sempre il polacco rifinisce una palla di tacco per Thiago Alcantara che a tu per tu col portiere non sbaglia.

 

 

Robben in azione. Grande prestazione dell’olandese stasera. Foto dal Web.

Lo spagnolo mette il sigillo sulla partita con una conclusione da fuori area deviata da Xhaka che va a spiazzare il portiere dei gunners. Wenger tenta il tutto per tutto, ormai sotto di 3 gol, inserendo Walcott e Giroud ma la mossa non porta i risultati sperati.  Il Bayern continua a dominare su tutto il rettangolo di gioco. Nei minuti finali Ancelotti sostituisce Lewandowky con Muller che ha giusto il tempo di iscriversi al tabellino marcatori. 5 a 1 il risultato finale, il Bayern Monaco asfaltando l’Arsenal è con un piede e mezzo ai quarti di finale.

 

GABRIELE ANDREA BOTTA

https://wordpress.com/post/metropolitandotblog.wordpress.com/10576

Adv

Related Articles

Back to top button