Informare

Cambio serratura: a chi rivolgersi

La chiave rotta  nella serratura è uno di quegli inconvenienti che scatenano le nostre ire oppure ci fanno disperare in quanto costretti al cambio serratura

L’incidente, infatti,  è piuttosto noioso. Per estrarre la chiave spezzata, ci sono diversi metodi che dipendono anche dalla profondità alla quale si trova l’elemento spezzato. chiave rotta nella serratura, come estrarla Se il moncone della chiave spezzata si vede un po’, prova a fare un tentativo con una calamità potente: avvicinala alla serratura e tira verso di te. Uno strumento utile per l’operazione è una pinza. Con questa, afferra la porzione della chiave che si vede e dirigi l’attrezzo verso di te in modo da estrarla. Per facilitare l’estrazione, al limite puoi prendere un cacciavite con la punta piatta molto piccola (se hai il set, si tratta di uno dei cacciaviti più piccoli): usalo per scalzare un po’ la chiave incastrando uno dei dentini, quindi ricorri alla pinza per estrarre l’oggetto facendo leva sul pezzetto appena tirato fuori. Un’altra tecnica è agguantare le estremità del pezzo incastrato nella serratura con le punte delle forbici. In questo caso o lo togli del tutto oppure lo tiri un po’ e completi l’estrazione con la pinza. Se, però, la chiave rotta non si vede, tenta con un altro sistema.

Prima di pensare al Cambio serratura prendi un fil di ferro e piega appena un’estremità in modo tale da formare una sorta di uncino, quindi inserisci l’accessorio fai da te nella toppa e tira verso di te. L’idea di fondo è agganciare i piccoli spazi tra i dentini o le scanalature, ovvero assicurare la presa sulla chiave e sfilarla. Ovviamente, per non fare danni, per ogni procedimento, dobbiamo agire con manualità e attenzione; in ogni caso, proviamo a ripetere più volte i movimenti. Se poi si rende necessario, possiamo anche smontare la serratura e il cilindro. Oppure, se proprio non ne possiamo più,  potremmo voler ricorrere a uno dei rimedi estremi: cambiare la serratura! O decidere di contattare il fabbro.

Il numero di italiani che acquistano una porta blindata per mettere in sicurezza l’uscio di casa è in costante aumento. A quanto pare, questo prodotto ha riscosso un gran successo per due ragioni: il livello di sicurezza e il costo decisamente accessibile. Spesso quando si acquista una nuova casa che già dispone di una porta blindata oppure quando ci si rivolge ad un ditta edile per la ristrutturazione dell’immobile sorge la necessità di effettuare il cambio della serratura. Si tratta di un piccolo accorgimento che però mette al sicuro da spiacevoli imprevisti. La tipologia di serratura

Conoscere il costo di un serratura da installare su una porta blindata per effetto cambio Cambio serratura non è affatto semplice, perché la spesa finale dipende da diversi fattori che non possono essere previsti con certezza. Le variabili che influenzano maggiormente il costo finale dell’intervento del fabbro variano in base al materiale del prodotto da installare e alla complessità dell’operazione da eseguire. Questa comporterà una minore o maggiore quantità di lavoro, con relativo maggiore o minore numero di ore di lavoro del tecnico, e quindi un diverso costo. Le serrature installate sulle porte blindate generalmente sono quelle a cilindro europeo. Si tratta di un congegno molto affidabile e che si addice particolarmente alle porte esterne che devono necessariamente essere più robuste, sicure e difficilmente manomissibili. Una delle ultime novità che riguarda questo tipo di serrature è l’esistenza in commercio di una versione digitale. La serratura di una porta blindata è quasi sempre a cilindro, dal momento che si tratta del congegno che offre un maggior livello di sicurezza. 

Back to top button