Carlo e Diana, il matrimonio che ha fatto sognare il mondo

Il matrimonio del principe Carlo del Galles e di lady Diana Spencer fu celebrato il 29 luglio del 1981 nella Cattedrale di Saint Paul di Londra. Si trattò di una cerimonia tradizionale secondo il rito della Chiesa anglicana. A presiedere la cerimonia fu il decano della Cattedrale di Saint Paul, Alan Webster e Robert Riencie, arcivescovo di Canterbury. Il matrimonio fu definito “matrimonio del secolo” tanto che il Regno Unito per celebrare l’evento proclamò una giornata di festa nazionale. Fu trasmesso in tutto il mondo ed ebbe un’audience di 750 milioni di persone. All’evento parteciparono molte personalità di spicco, membri di famiglie reali e capi di stato.

Dopo la celebrazione religiosa, la coppia fece la tradizionale apparizione al balcone di Buckingham Palace. Gli invitati furono 3500, furono impiegati 4000 poliziotti e 2200 militari per la sicurezza pubblica. Il costo del matrimonio fu stimato in 48 milioni di dollari dei quali 600 mila solo per la sicurezza. Si trattò di un evento di grande importanza come del resto tutti i matrimoni reali.

Diana Spancer e Carlo d'Inghilterra nel balcone di Buckingham Palace.
Diana Spancer e Carlo d’Inghilterra nel balcone di Buckingham Palace.

Il fidanzamento di Carlo e Diana

Il principe Carlo conosceva Lady Diana Spencer da alcuni anni. Il loro primo incontro avvenne nel 1977. In quel periodo Carlo frequentava la sorella maggiore di Diana Lady, Sarah McCorquodale. Dopo che la donna rese pubblica la relazione con Carlo questi la lasciò. Nel 1980 Carlo incontra Diana durante un weekend in occasione di una partita a polo e la invita per una vacanza a Cowes a bordo dello yacht reale Britannica. Poco dopo, Diana fu invitata al castello di Balmoral, residenza scozzese della famiglia Windsor dove fu accolta dalla famiglia reale.

La proposta di matrimonio avvenne il 3 febbraio 1981 presso il Castello di Windsor. Il fidanzamento fu mantenuto segreto nella settimana successiva e fu ufficializzato solo il 24 febbraio, occasione nella quale la coppia concesse la prima intervista. Diana indossava in quell’occasione una gonna blu cobalto, disegnata dalla stilista inglese Coyana. La futura principessa portava all’anulare un anello di fidanzamento da 30 mila sterline composto da 14 diamanti solitari e da uno zaffiro di Ceylon da 12 carati. Due sere prima del matrimonio, a Backingham Palace, si tenne un ballo di gala con una cena di 90 ospiti e un ricevimento con 1500 invitati. La sera prima si tenne un altro banchetto con 150 invitati tra i quali capi di stato.

Carlo d'Inghilterra e Diana Spencer sulla carozza reale.
Carlo d’Inghilterra e Diana Spencer sulla carozza reale.

Alcune curiosità

La regina e la famiglia reale giunsero alla Cattedrale a bordo di otto carozze. Il principe Carlo arrivò a bordo di una carrozza dorata che poi venne utilizzata anche per il ritorno a Buckingham Palace. Lady Diana giunse accompagnata dal padre, il conte John Spencer, a bordo della Glass Coach che fu scortata da 6 ufficiali. La sposa entrò in chiesa sulle note del del “Trumpet Voluntary” di Jeramiah Clarke, con l’accompagnamento del coro.Diana scambiò l’ordine dei nomi di Carlo durante la promessa solenne di matrimonio, dicendo “Philip Charles Arthur George” al posto di “Charles Philip Arthur George”.Non pronunciò la promessa di “obbedirgli” come parte degli sponsali.

La parola venne volontariamente eliminata dalla liturgia su richiesta della coppia. Carlo fece un errore, disse di voler offrire alla sposa “i loro beni” anziché “tutto il mio bene”.Le fedi nuziali della coppia vennero realizzate con oro gallese proveniente dalla miniera di Clogau a Bontddu. L’abito della sposa venne valutato 9000 sterline e venne realizzato in taffeta color avorio, decorato con pizzi, ricami a mano e 10.000 perle e aveva uno strascico di 7.5 metri. La sposa indossava al capo la tiara di famiglia sopra un velo di tulle avorio. Per volere della regina furono realizzati due bouquet uguali composti da orchidee, gigli, rose, edere e fresie. Carlo invece indossava l’uniforme della marina inglese. Si trattò di un matrimonio da favola che però non ebbe un lieto fine dato che si concluse con un divorzio.

Seguiteci su:

Facebook

Twitter

Instagram

© RIPRODUZIONE RISERVATA