Ogni persona è legata alla propria privacy e alla propria sicurezza. Spesso, quando si acquista una casa ma anche se si decide di affittarla, uno delle prime cose a cui badare è la certezza che porte e serrature siano a prove di scasso. Con i tempi che corrono, molti preferiscono avere una porta blindata che detto cosi, sa tanto di “bunker”; in commercio, invece, ci sono tanti modelli che vanno dalle tipologie più raffinate alle soluzioni moderne più adatte a mascherare la funzione meramente “protettiva” di un accesso blindato.

Considerando questo, anche il solo sostituire una serratura di questa tipologia di porte non è facile ed è proprio questo che le rende cosi sicure e di difficile scasso. Tuttavia, se il caso vuole che dobbiate veramente fare della semplice manutenzione e sostituzione, l’intento potrebbe complicarsi. Ma nulla è impossibile… Affidandovi a una persona più esperta e competente come un fabbro specializzato in serrature, sarete in grado di venirne a capo.

Sostituire la serratura in un portone blindato

Le serrature sono un elemento fondamentale in una porta blindata e sostituirle non è semplice ed economico. L’elemento che si danneggia maggiormente è il cilindro; tra le cause principali vi è il furto (per cui si rende necessaria la sostituzione di tutto il pezzo) e la perdita delle chiavi di casa.

La prima cosa da fare è quella di conoscere il modello della porta ma soprattutto del cilindro; di modelli ce ne sono diversi ma i più comuni sono quelli di forma rotonda o a pera, ognuno dei quali ha un taglio per cui verrà sostituita anche la chiave.

Una volta effettuato questo passaggio, vi toccherà munirvi delle attrezzature necessario per lo smontaggio (un avvitatore elettrico in primis e dei guanti di sicurezza). Un consiglio è quello di consultare sempre delle persone competenti e del mestiere, che saranno sicuramente in grado di fornirvi il pezzo giusto per la vostra porta blindata.

Per quel che riguarda la sostituzione della intera serratura, a meno che non siate del mestiere, sarebbe più idoneo farsi aiutare da un fabbro dato che è quasi impossibile occuparsene da soli.

Comunque sia, il primo passo da fare è quello di sollevare la porta e poggiarla su un cavalletto (due braccia in più vi saranno utili) e procedere con lo smontaggio della intera serratura e tutte le componenti: il pannello interno, la maniglia, le placche e la cerniera del pannello interno. Vi sono anche la batta anti-spiffero, lo spioncino, il coperchio della serratura e il seigher… Tutte queste componenti dovranno essere sostituite da quelle nuove se volete una porta e una serrature sicura.

Ogni passaggio dovrà essere preciso ed eseguito nella maniera corretta, altrimenti si rischia di dover smontare nuovamente tutto o molto peggio, non funzionare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA