Costi auto, quanto spendono gli italiani?

Circa quattromila euro, secondo l’annuario statistico Aci, o addirittura poco meno di cinquemila, in base ai dati di Autocosts: parliamo del peso che la gestione e le operazioni di cura e manutenzione di un’automobile (costi auto) hanno sulle tasche degli italiani, pari a oltre due mesi di uno stipendio medio nel nostro Paese.

Costi Auto in Italia

Più nello specifico, solo nel 2018 sono stati spesi 154 miliardi di euro a livello generale, con un incremento di 1,6 punti percentuali rispetto all’anno precedente, suddivisi nei vari capitoli del bilancio delle “quattro ruote”. Nello specifico, l’Aci rivela che la voce di spesa più consistente è, come prevedibile, l’acquisto di una vettura (oltre 50 miliardi di euro), ma anche che il costo del carburante e quello della manutenzione hanno un peso notevole.

Circa 1700 euro a testa ogni anno

In particolare, il rifornimento delle auto costa più di 39 miliardi di euro ai guidatori italiani, che spendono poi più di 25 miliardi per eseguire i vari interventi di manutenzione sulle vetture. Tralasciando il costo iniziale dell’auto e altre spese accessorie come assicurazione, parcheggi o pedaggi autostradali, solo di carburante e manutenzione lo scorso anno l’automobilista italiano ha speso in media 1.666 euro.

4 miliardi solo per le gomme

Nel bilancio delle famiglie italiane con auto non bisogna poi trascurare l’acquisto di alcune componenti come gli pneumatici, che da soli valgono circa 4 miliardi di euro nel nostro Paese; rispetto ad altri fattori che sono legati a costi fissi o comunque imposti, però, gli italiani in questo settore stanno cercando soluzioni orientate al risparmio, come testimonia la crescita del commercio elettronico.

Si fa spazio il risparmio online

Per una persona su quattro, infatti, il prezzo è il principale elemento valutato in fase di acquisto di gomme, superando anche la qualità del prodotto e il nome della Casa costruttrice. Utilizzando i servizi online di eCommerce come Euroimport Pneumatici si stima un risparmio fino al 20 per cento rispetto ai prezzi di altri canali di vendita, che significa quindi avere accesso a pneumatici migliori a costi inferiori: per fare un esempio concreto vediamo insieme cosa succede con gomme della dimensione 215 45 r17, adatte a vari tipi di auto.

Quanto costa comprare nuovi pneumatici

Il prezzo delle gomme di questa dimensione fornite dai brand premium del mercato oscilla tra i 70 euro degli Hankook Ventus Prime 3 fino a raggiungere i 92 euro delle più care Michelin Primacy 4, con naturali differenze anche dal punto di vista prestazionale, anche se non bisogna automaticamente fare l’equazione “maggior spesa, maggior resa”.

Le schede tecniche

Ad esempio, il citato modello dell’azienda sudcoreana viene descritto come “perfetto equilibrio tra potenza, comfort e sicurezza”, grazie a innovative tecnologie e design avanzati che rispondono alle esigenze dei guidatori di avere performance sempre migliori. Inoltre, è interessante scoprire che gli pneumatici Hankook Ventus Prime3 sono montati come primo equipaggiamento su modelli del gruppo Volkswagen, Opel, Audi e Ford (compresa la recente Ford Focus Active).

Una spesa di almeno 250 euro

Più salato il conto per chi vuole viaggiare con le gomme Michelin, che schiera in questa dimensione il suo top di gamma per gli pneumatici estivi: in questo caso, le parole chiave sono usabilità e durata, perché le Primacy 4 sono realizzate con tecnologia Evergrip che garantisce ottime performance anche quando il battistrada inizia a usurarsi, prolungando la vita efficace del prodotto.

Modelli premium e performanti

Tra le altre compagnie che propongono soluzioni interessanti citiamo la Nokian con i Powerproof (73 euro), con caratteristiche di maneggevolezza ad alta velocità precisa e stabile, eccellente tenuta sul bagnato e sensazione di guida piacevole; gli pneumatici Bridgestone Turanza T005 (71,53 euro) sono invece presentati come ideali per mantenere il controllo in ogni situazione al volante, anche in caso di pioggia, con frenata e sterzata impareggiabili. Infine, le gomme Pirelli Cinturato P7 (70,87 euro) rappresentano la “perfetta combinazione tra bassa resistenza al rotolamento, comfort, resa chilometrica e prestazioni in frenata”, come recita la scheda redatta dai tecnici della P Lunga.