Attualità

Decreto Covid: nuove regole per tornare alla normalità

Dal 1° Aprile si respirerà sempre di più aria di normalità. Il nuovo decreto Covid archivierà il Green Pass e le mascherine al chiuso dovrebbero essere abolite.

Approvato il nuovo decreto covid

A partire dal 1° Aprile si entrarà in una nuova fase di questo lungo periodo di pandemia. Secondo quando dichiarato nel nuovo Cdm, l’obiettivo principale sarà quello di far riaprire l’economia e ridurre la didattica a distanza.

Il Green Pass all’aperto non sarà più necessario così come non servirà per accedere a negozi e attività commerciali, uffici pubblici, poste, banche, musei. Tolto anche per i mezzi di trasporto pubblico locale come metropolitane, autobus o tram. L’uso della mascherina Ffp2 sarà comunque richiesto. Anche negli hotel il green pass non sarà più necessario: solo chi vi alloggia potrà utilizzare il ristorante senza certificato verde.

Il Green Pass base sarà necessario però valido ancora dal 1° aprile al 30 aprile per i viaggi a lunghi percorrenza e per la partecipazione del pubblico ad eventi di carattere sportivo. Servirà per accedere a mense, concorsi pubblici, corsi di formazione pubblici e privati, colloqui visivi in presenza con i detenuti e gli internati, all’interno degli istituti penitenziari per adulti e minori. Esteso anche per chiunque accede alle strutture del sistema nazionale di istruzione.

Per quanto riguarda la capienza, dai primi di aprile si tornerà con la presenza del 100% dei tifosi negli stadi. Si alzerà la percentuale della capienza anche per gli impianti sportivi. Limitate al 50% saranno invece le discoteche.

Il Green Pass sarà però valido del tutto fino al 1 Maggio. Dopo quella data verrà archiavito.

Obbligo vaccinale

Fino al 15 giugno per gli over 50 resta l’obbligo di vaccinarsi, con sanzione di 100 euro per chi non le rispetterà. Mentre l’obbligo è esteso fino al 31 dicembre 2022 per il personale sanitario (medici e infermieri) e i lavoratori di strutture ospedaliere e Rsa.

Quarantena

Per le quarantene invece le regole rimangono le stesse. Tolte però le quarantene ai no vax che però  a seguito di contatto con un caso positivo al Covid, dovrà rimanere isolato a casa solo chi ha contratto il virus mentre chi ha avuto un contatto dovrà applicare il regime dell’autosorveglianza per 10 giorni con mascherina Ffps. Il tampone sarà necessario solo in caso di sintomi.

Le regole per la scuola rimarranno le stesse. Mascherina obbligatoria e Dad solo per studenti contagiati.

Mascherina

L’obbligo della mascherina viene prolungato fino alla fine del mese di aprile con le stesse restrizioni. Essa verrà abolita anche al chiuso dal 1° maggio solamente nel caso in cui la situazione pandemica e ospedaliera migliorerà.

Rebecca-Asia Spadon

Seguici su
Instagram : https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit

Back to top button