Approfondimenti

Divani angolari in pelle, per un soggiorno con “carattere”

Per moltissimi versi, il modo in cui scegliamo di arredare la nostra casa riflette, in qualche modo, anche alcuni aspetti della nostra personalità. È proprio per questo che quando lo facciamo, spesso ci divertiamo e ci appassioniamo alla scelta dei vari complementi che possiamo inserire nei nostri ambienti.

C’è chi ha uno stile più classico e discreto, chi invece vuole spiccare con più eccentricità e personalità. Oggi, vogliamo proporvi qualcosa che, in qualche modo, si ponga come una via di mezzo tra queste due tendenze: i divani angolari in pelle.

Perché scegliere un divano angolare (in pelle)?

La domanda dovrebbe essere: perché non sceglierlo? I divani angolari sono una soluzione ideale su diversi fronti. I divani angolari in pelle, per giunta, sono perfetti per gli spazi di un ogni tipo. Ma andiamo con ordine.

La struttura angolare riscuote moltissimo successo in tanti salotti moderni. La ragione, spesso, è che si tratta di una forma molto versatile, adatta a spazi di diverse dimensioni. Se la zona giorno a disposizione è piuttosto piccola, ad esempio, il divano angolare potrà inserirsi alla perfezione, concedendoci di non rinunciare a questo elemento di arredamento senza occupare lo spazio vivibile del salotto. Addossandolo a due pareti, infatti, potremo godere della sua comodità senza invadere lo spazio calpestabile della sala, dando più respiro al contesto. Anche se abbiamo un grande ambiente o un open space professionale, il divano angolare può tornarci utile: la stessa forma, se posizionata in punti strategici dello spazio, ci tornerà utile come “divisore” dell’area, separando una zona uffici, ad esempio, dalla zona d’attesa.

Le comodità non finiscono qui: i divani angolari in pelle sono ottimi anche per favorire la conversazione. Non ci credete? Fate caso, di nuovo, alla loro struttura: rispetto a un divano lineare, gli amici e le famiglie che vi si siedono per parlare possono guardarsi negli occhi e chiacchierare, senza rischiare di farsi venire il torcicollo o essere per forza fissi e piantati di fronte alla tv. Una bella novità, no?

Perché scegliere un divano (angolare) in pelle?

Parliamoci chiaro: se il rivestimento in pelle non fosse senza tempo, non ne sentiremmo più parlare da un bel po’. Invece ancora moltissimi aspiranti arredatori scelgono divani angolari in pelle per le proprie case o i propri uffici. E non è un caso!

Con il loro stile è difficile, quasi impossibile, competere: quell’anima vintage non può fare a meno di attirarci e coinvolgerci, che tanto perfettamente si adatta ai salotti con un’atmosfera antica e non solo. Nulla, infatti, ci impedisce di inserire dei divani angolari in pelle anche nei soggiorni più moderni. Al contrario, spesso si rivela una scelta molto azzeccata, che proprio grazie all’incontro-scontro di stili crea una piccola esplosione di originalità, perfetta per chi vuole un salotto pieno di personalità.

I divani angolari in pelle hanno molti vantaggi anche da un punto di vista funzionale. Questo tipo di rivestimento, infatti, si rivela un’ottima arma contro lo sporco: essendo il materiale pressoché impermeabile, si rivela più difficile sporcarlo permanentemente e, anche quando è ora di fare le pulizie, usando i prodotti giusti è molto semplice e veloce da pulire. La stessa polvere, che può infastidire i più sensibili all’allergene, non può penetrare le sue trame, e si può quindi rimuovere con grande facilità.

La pelle, infine, è un ottimo investimento. Si tratta di un materiale che, se trattato con i giusti accorgimenti, è estremamente duraturo e resistente. A fronte di un investimento iniziale maggiore, ci troveremo un divano che sfida le leggi del tempo.

Che ne dite? Volete correre a comprarne uno? Non serve nemmeno disturbarsi ad uscire di casa, grazie a negozi online come Divanova.it che mettono tanti design e tanti tipi di divani angolari in pelle a portata di click.

Mr. Red

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e questo è quanto basta.
Back to top button