L’emozione che si prova nel concepire un bambino e diventare mamma è davvero difficile da raccontare. Per alcune coppie avere un bambino è il coronamento di un sogno: si diventa una famiglia!

E se la felicità è tanta nel sapere che si è incinta, non possono che sorgere anche tanti dubbi e paure, in particolare quando lo si è per la prima volta. Ma ecco una piccola guida su come affrontare queste ansie, imparare a gestire le proprie emozioni e magari anche …gli attacchi di fame!

Come gestire paura, ansia ed emozioni

Quando si è in attesa di un bambino, la futura mamma vede cambiare il proprio corpo e spesso va incontro ad emozioni sconosciute. Saper gestire i cambiamenti è una capacità che varia a seconda della persona, e non c’è da vergognarsi se a volte ci si trova a piangere senza motivo o si ride senza controllo…

A volte le neo-mamme si rivolgono a un consulente esperto di gravidanza per aiutarsi a gestire al meglio questo periodo e far crescere in maniera salutare il proprio bimbo. Bisognerebbe infatti, anche grazie ad aiuti esterni, evitare il più possibile stress e preoccupazioni.

D’altronde, è normale che si venga travolte da mille paure: come tenere in braccio il bambino, come vestirlo, quali sono i tessuti più adatti, che cosa fare quando si ammala o gli viene la febbre. Domande lecite e che man mano avranno risposte nel tempo, senza essere assaliti dal panico.

Il primo consiglio, quando ci si trova in questo stato, è cercare di calmarsi e abbandonare i brutti pensieri; siate consapevoli del fatto che molte cose verranno naturali. Leggete un libro o una guida dedicata ai primi mesi di vita del neonato; chiacchierate con una persona che è già mamma (una vostra amica, una zia, la vostra stessa madre) e fatevi raccontare la loro esperienza. Avere qualche informazione in più, vi aiuterà nell’intento.

Anche l’ansia è uno stato d’animo da evitare quanto possibile; la gravidanza è una condizione bellissima ed emozionante, un legame a livello embrionale con la vostra creatura. Molte mamme diventano più tranquille quando si accarezzano il pancione, altre trovano conforto nell’abbraccio del compagno. Ritrovate la vostra tranquillità dedicandovi a qualcosa (anche piccoli lavoretti fai-da-te) dedicati al nascituro.

Cosa fare quando si viene travolti dagli attacchi di fame

Gli attacchi di fame sono un’altra conseguenza delle innumerevoli emozioni che si stanno provando in questo momento; non è una semplice fame, ma si sente proprio una voragine nello stomaco e si è capaci di divorare qualsiasi cosa in qualsiasi momento, anche dopo i pasti.

Gli attacchi di fame sono la causa principale dei chili di troppo, sono difficili da gestire e resistere causa stress e nervosismo. Infatti, è consigliabile non navigare controsenso quando si hanno attacchi di fame, ma di assecondarli in modo salutare.

Concedersi un dolce o uno sgarro ogni tanto non è eresia, ogni tanto si può accontentare questa voglia ma il problema è quando si ripresenta più volte nell’arco della giornata. Meglio quindi optare per degli spuntini salutari e senza effetti collaterali che allevino questa voglia irrefrenabile di mangiare.

Frutta e verdura – sia cotta che cruda – sono consigliabili come spuntini preferibilmente lontano dai pasti: quindi il pomeriggio o mezza mattinata. Se dopo cena non vi sentite ancora sazie, potreste concedervi una tisana calda con un pezzo di cioccolato, un biscotto o comunque qualcosa che non vi appesantisca disturbandovi il sonno.

In ogni caso, quando iniziate ad accusare un forte senso di fame che non riuscite a controllare, consultate un esperto nel settore – un nutrizionista o un dietologo – che vi aiuterà a gestire la fame al meglio e senza soffrire inutilmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA