Gossip e Tv

Dopo aver subito violenza sessuale Lady Gaga svela di essere rimasta incinta

Lady Gaga nella docuserie The Me You Can’t See, svela di essere rimasta incinta dopo aver subito violenza sessuale. The Me You Can’t See debutta oggi su Apple TV+, una docuserie che parla appunto del benessere mentale e dei disturbi emotivi, attraverso le storie di diversi ospiti famosi. Creata ed ideata da Oprah Winfrey e il Principe Harry (il quale ha raccontato come ha superato la morte di Lady Diana).

The Me You Can’t See: ospite Lady Gaga

Lady Gaga durante la registrazione del primo episodio di “The Me You Cant’ See” ha svelato di essere stata violentata all’età di 19 anni e di essere rimasta incinta. La pop star americana ha riflettuto sugli effetti degli abusi sessuali che l’hanno vista come protagonista.

Ero paralizzata, non ricordo nemmeno bene. E non dirò il suo nome. Appoggio il movimento #MeToo, e capisco che le persone si sentono a proprio agio a raccontare, ma io no. Non voglio mai più vedere quella persona. Ho sentito un dolore intenso, poi sono diventata insensibile. È lo stesso dolore che ho provato quando mi ha lasciata incinta dai miei genitori. Ero stata violentata e mi avevano lasciata chiusa in uno studio per mesi.” Sono le parole della cantante. All’epoca la rock star stava cercando di entrare nel mondo della musica, era solo una ragazzina che stava seguendo il suo sogno. Un produttore le chiese di togliersi i vestiti dicendole che se non l’avesse fatto le avrebbe fatto terra bruciata attorno.

Questo episodio ha influito mondo sulla vita privata e sulla carriera di Lady Gaga fino a portarla ad un vero e proprio crollo psicopatica. Ho avuto una totale crisi psicotica e per un paio di anni non sono stata la stessa ragazza. Ancora adesso ho sei mesi buoni, ma può capitare un crollo. Sto male, voglio tagliarmi e penso alla morte. Tutti pensano che sia come un normale virus, ti ammali e poi guarisci, ma non è così.” Ha affermato durante l’intervista.

La Star Americana ha deciso di partecipare al programma e di lasciare l’intervista per lanciare un messaggio essendoci molte donne che soffrono e hanno sofferto come lei per questi episodi di violenza.

Alessia Scrima

Back to top button