Gossip e TV

Elena Carletti, chi è la figlia del fondatore dei Nomadi, oggi sindaco di Novellara

Beppe Carletti, cofondatore del gruppo dei Nomadi e unico membro stabile dal 1963, è sempre stato molto riservato sulla sua vita privata. Sposato con due figli, è ora nonno di quattro nipoti. “Non ero molto presente, perché si andava sempre a suonare. Quando c’ero mi dimostravano tanto affetto e tanto amore”, ha detto Carletti a Verissimo, parlando dei suoi figli. Elena Carletti è laureata in Lingue e Letterature straniere e ha frequentato anche un Master universitario in Scienze e tecniche dello spettacolo. Inoltre collabora periodicamente con i Nomadi alla composizione e traduzione di canzoni. La figlia di Beppe Carletti è sindaco di Novellara, città natale di Augusto Daolio (cofondatore dei Nomadi, scomparso nel 1992). Elena è stata eletta la prima volta nel 2014 ed è stata rieletta nel 2019.

Novellara, provincia di Reggio Emilia, poco più di 10mila votanti, è purtroppo diventata nota alla cronaca nazionale per il tremendo caso di Saman Abbas. Come si ricorderà, della giovane pakistana si sono perse le tracce ormai da mesi e si pensa sia stata uccisa dai suoi familiari, perché si sarebbe opposta a un matrimonio combinato. Ma Novellara è nota anche per un dettaglio meno drammatico: la prima cittadina di questa cittadina è infatti ‘figlia d’arte’. O meglio, è figlia di un personaggio molto noto nel panorama musicale italiano, che si accinge con la sua band a celebrare addirittura sessant’anni di carriera. Stiamo parlando di Beppe Carletti, classe 1946, tastierista e fondatore della band più longeva del nostro Paese, ovvero i Nomadi. Lui e il compianto Augusto Daolio, infatti, la fondarono nell’ormai lontano 1963. Il musicista ha una figlia di nome Elena, che è appunto il sindaco di Novellara.

La lista civica che ha guidato nel maggio 2019 vinse le elezioni comunali, in cui vi erano ben cinque candidati sindaco, con una percentuale pari al 55% dei voti, più che doppiando la sia principale avversaria, Cristina Fantinati. 3.873 i voti per Elena Carletti, 1.579 quelli raccolti dall’avversaria di centrodestra, molto più distanti gli altri tre candidati sindaco. Peraltro, per lei era una rielezione: aveva già vinto le elezioni comunali nel 2014 e col 60% dei voti.

Una vita al servizio della sua comunità locale, quella di Elena Carletti: la figlia del tastierista dei Nomadi si è candidata per la prima volta in Consiglio comunale alla fine degli anni Novanta. Quindi è stata assessore nel Comune reggiano nel 2002 e nel 2004. Eletta in consiglio provinciale, è stata presidente della Commissione Scuola e Cultura a partire dal 2009. Convive con Massimo e ha un figlio di nome Nicola, ma ha anche una laurea, tre master, una scuola privata di inglese per bambini e una grande passione per la scrittura. Talmente grande, che c’è il suo zampino in alcuni brani recenti della produzione dei Nomadi.

Elena Carletti ha scritto il libro “Ma che film la vita – Augusto Daolio dei NOMADI”, dedicato alla vita del cantante e amico del padre Beppe. Il sindaco di Novellara ricorda spesso, anche sui social, la sua infanzia con il gruppo del padre e l’amico Augusto, scomparso a soli 45 anni: “29 anni fa, a quest’ora, eravamo in viaggio verso Roma, diretti agli studi di tmc per registrare “Festa di compleanno”… Più della trasmissione, ad essere memorabile per noi tutti fu il viaggio, con Augusto super mattatore. Ne ho ancora un ricordo pazzesco”. Lo scorso maggio ha anche ricordato il bassista Dante Pergreffi, morto in un incidente d’auto nel 1992. Tantissimi i post dedicati al padre Beppe Carletti: “E lui è davvero un inno alla vita. Con i suoi mille anni dentro e altri mille davanti, ha affrontato la pandemia impaziente di tornare a bruciare chilometri e musica”, ha scritto in occasione del compleanno del padre, lo scorso 12 agosto.

Adv
Adv
Adv
Back to top button