Approfondimenti

Elettrostimolatori: a cosa servono veramente

Gli elettrostimolatori sono degli strumenti utilizzati soprattutto in ambito sportivo ma oggi, il loro utilizzo si estende anche nel campo medico ed estetico. Tuttavia, è anche vero che uno strumento, per esprimere davvero ciò che è in grado di fare, deve essere guidato da una mano esperta.

Cos’è un Elettrostimolatore e a cosa serve

Possono essere considerati una manna dal cielo in determinate situazioni, aiutando alcuni soggetti a ritrovare la speranza persa a causa di situazioni spiacevoli. Gli elettrostimolatori sono costituiti da un piccolo generatore di corrente elettrica a bassa intensità; questo è collegato a degli elettrodi che svolgono l’importante ruolo di stimolare, per l’appunto, i muscoli.

Inizialmente, venivano ampiamente utilizzati nello sport, per aiutare gli atleti dopo infortuni o defaticare semplicemente i muscoli nel pre o post partita. Oggi, sono utilizzati anche in altri campi, tra cui quello medico ed estetico in quanto hanno la capacità – se utilizzati da professionisti – di aiutare anche individui che sono hanno problemi ambulacrali a causa di traumi o malattie congenite; un esempio è il trofismo muscolare, ovvero la perdita di tonicità e funzionamento del muscolo a causa di un lungo periodo di immobilità.

Lo scopo degli elettrostimolatori è quello di velocizzare la ripresa che attraverso il corretto posizionamento degli elettrodi, manda degli impulsi elettrici che colpiscono le fasce muscolari desiderate. Un passo molto importante che ha portato a ottimi risultati nel tempo.

Ma anche nel campo estetico vengono utilizzati per migliorare non solo la tonicità ma anche per combattere la cellulite e migliorare la lipofisi. È importante però sapere che con gli elettrostimolatori non si raggiungono obiettivi legati al peso forza, ovvero non sarà possibile dimagrire; questo sarà possibile solo se le sedute vengono accompagnate da un allenamento costante e salutare, un valido alleato di questa tipologia di strumenti.

Gli elettrostimolatori sono per tutti?

Se abbiamo detto che questi strumenti possono portare diversi vantaggi, è anche vero che non tutti possono usufruire dei suoi benefici. Essendo uno strumento che genere impulsi elettrici, è sconsigliato l’uso a soggetti che portano il pacemaker, che soffrono di epilessia, neoplasie e altro ancora. È per questo che, prima di intraprendere il trattamento, è bene sentire il proprio medico o uno specialista nel settore (fisiatri, fisioterapisti, medici riabilitativi).

Infatti, uno scorretto uso o un abuso di questo strumento, porta delle conseguenze non poco indifferenti, come la robdomiolisi, la rottura delle fibre muscolari con il rilascio di mioglobina nel sangue. A seconda delle esigenze, si può modificare l’impulso elettrico e raggiungere cosi i propri obiettivi.

Mr. Red

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e questo è quanto basta.
Back to top button