Gossip e Tv

Enrico Lucci accoglie gli Azzurri e l’inchiesta di Pinuccio sulle armi in Colombia: stasera a Striscia la Notizia

Enrico Lucci accoglie gli Azzurri ”vittoriosi” con la bandiera tricolore a Fiumicino, mentre proseguono le inchieste di Pinuccio sulla vendita di armi in Colombia. Ecco tutte le anticipazioni della serata.

Enrico Lucci accoglie gli Azzurri a Fiumicino

Bandiera, cappellino tricolore, trombetta e coro di “po-po-po”: un accessoriatissimo Enrico Lucci ha accolto a notte fonda all’aeroporto di Fiumicino gli Azzurri per celebrare con loro la vittoria contro la Turchia.

A Daniele De Rossi, Nicolò Zaniolo, Cristiano Biraghi, Francesco Acerbi e Joao Pedro:

«Perché sti musi lunghi? Mica state andando al camposanto! Siete stati bravissimi, è stata una vittoria bellissima».

Chiede l’inviato di Striscia. I calciatori, però, non sembrano in vena di festeggiare. Mentre il ct Roberto Mancini, nel tentativo di divincolarsi dalla bandiera di Lucci, commenta:

«A luglio però la bandiera te la sei messa eh…».

Il servizio completo questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35).

Prosegue l’inchiesta di Pinuccio sulla vendita di armi in Colombia

Dopo l’accoglienza di Enrico Lucci agli Azzurri, prosegue l’inchiesta di Pinuccio sulla vendita di armi in Colombia con presunto intermediario Massimo D’Alema.

Un affare da 4 miliardi per Leonardo e Fincantieri e con 80 milioni di possibili provvigioni per i mediatori.

Dopo che il dg navi militari di Fincantieri Giuseppe Giordoè stato sospeso dal suo incarico grazie all’inchiesta di Striscia che ha mostrato in esclusiva la foto del manager all’incontro di Bogotà, l’inviato del Tg satirico svela nuovi messaggi inediti. In particolare ci sono quelli dell’ex sindaco di Carmiano Giancarlo Mazzotta – molto vicino a D’Alema – che in vista della riunione a Bogotà per la trattativa invia ai colombiani le foto dei passaporti dei manager di Leonardo, Carlo Bassani e Dario Marfé, e Fincantieri, tra cui Achille Fulfaro e Giuseppe Giordo. Come faceva ad averli?

Ma se Fincantieri con la sospensione di Giordo dimostra di voler far luce sulla vicenda, Leonardo per ora si limita a definire D’Alema un millantatore, senza però denunciarlo. Così, in attesa di risposte dal Governo e dalla due aziende a partecipazione statale, Pinuccio annuncia che nelle prossime puntate indagherà su altri affari dell’ex premier che vanno oltre le armi.

Seguici su Google News

Back to top button