ETCR | L’impegno di Hyundai per lo sviluppo di auto elettriche

La scorsa settimana Hyundai Motorsport ha presentato al Salone di Francoforte la Veloster N ETCR. Cosa ha spinto la casa coreana ad entrare nel nuovo campionato turismo?

Hyundai ETCR auto elettriche – Il direttore di Hyundai Motorsport Andrea Adamo ha spiegato le motivazioni che hanno spinto il colosso coreano ad entrare nell’ETCR. Secondo quanto dichiarato dall’italiano, Hyundai sfrutterà l’ETCR come piattaforma di sviluppo di auto elettriche.

Hyundai Ioniq
Hyundai Ioniq, primo modello full electric targato Hyundai – Photo Credit: Hyundai

Attualmente, Hyundai non presenta veicoli elettrici nella sua offerta se non la Hyundai Inoq e Hyundai Kona. Per questo motivo, la Veloster N ETCR si basa sull’omonimo modello ad alimentazione tradizionale. La necessità di Hyundai di adeguarsi al giovane e crescente mercato delle auto elettriche ha spinto Hyundai ad affrontare questa nuova sfida.

“Hyundai ha sempre voluto correre con auto simili a quelle che produce, con qualche sviluppo aggiuntivo. Le altre categorie elettriche, come la Formula E, sono molto lontane dalle auto che Hyundai realizza. L’obiettivo é quello di promuovere in pista auto che commercializziamo.”Andrea Adamo, direttore di Hyundai Motorsport

Andrea Adamo Hyundai ETCR auto elettriche
Andrea Adamo, direttore di Hyundai Motorsport – Photo Credit: Hyundai Motorsport

Non é ancora nota l’entità dell’impegno di Hyundai per l’ETCR. Il campionato sta ancora prendendo forma e Hyundai é il secondo costruttore ad annunciare ufficialmente il suo ingresso. Dopo alcuni eventi di lancio nel 2020, il campionato dovrebbe cominciare ufficialmente nel 2021. Inizialmente, Hyundai aveva anche mostrato un potenziale interesse per un rallycross elettrico.

“Al momento siamo interamente concentrati nell’ETCR perché abbiamo molto chiara la situazione. In altre categorie, le cose non sono ancora così definite. Quando le cose saranno più chiare anche per altre categorie, analizzeremo l’opportunità. Al momento sono solo speculazioni”Andrea Adamo, direttore di Hyundai Motorsport

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA