Fernando Alonso: ritorno in Ferrari?

Arrivati quasi a metà campionato, sono molte le voci che alimentano un potenziale ritorno di Fernando Alonso all’interno dell’abitacolo della Ferrari.
Fernando Alonso parla riguardo al suo futuro: “Voglio vincere un altro titolo e se in McLaren non ci saranno le condizioni farò ogni tipo di considerazione”.  Parole molto simili vennero dette da Nando nel 2014, quando lasciò la Ferrari per inseguire il sogno del mondiale, assieme alla McLaren Honda: “Vado via dalla Ferrari perché non è capace di vincere il Mondiale, né lo sarà in futuro”, questa la sintesi dei suoi ragionamenti. E poi spiegò: «Il progetto più convincente per arrivarci presto è quello della McLaren-Honda”.

Come ben sappiamo, però, a distanza di tre anni, il rapporto tra Alonso e la McLaren è più disastroso che mai, soprattutto in questo ultimo anno che ha visto lo spagnolo collezionare un ritiro dopo l’altro. In preda alla disperazione, decise di saltare perfino il GP di Monaco, per seguire la Triple Crown e gareggiare nella 500 Miglia di IndianapolisMa anche lì, sempre con la McLaren-Honda, Nando fu costretto al ritiro.
In base a tutti questi risultati negativi, Alonso prima del ritiro dal mondo della Formula 1, vuole tornare a vincere un titolo mondiale, e anche la Ferrari – come lui ha detto – gli andrebbe bene. La casa di Wooking non riesce a dargli un’auto affidabile, figuriamoci quindi la possibilità per la lotta al titolo mondiale.

Ma oltre alla pessima stagione, e alla voglia di cambiare scuderia, le voci che vedono un possibile arrivo di Nando in Ferrari, vengono “alimentate” dall’interno della Ferrari stessa. Raikkonen di certo lascerà quest’anno, mentre tarda ad arrivare il rinnovo di contratto di Vettel per la stagione 2018. Qualora Sebastian andasse via dalla Ferrari, Fernando porrebbe davvero tornarci? Non è facile, anche perché nell’eventualità di una partenza di Vettel con destinazione Mercedes, il suo successore più accreditato è Lewis Hamilton che lì non vorrebbe più rimanerci. Sicché prenderebbe forma un clamoroso scambio di piloti tra Mercedes e Ferrari. Ma Alonso rimane nell’aria.

Flavio Briatore, che gestisce la carriera del suo pupillo, dice che “Nulla è da escludere”. Anche Bernie Ecclestone, che in Formula 1 non conta più ma la conosce profondamente avendola amministrata per quarant’anni, si è speso per Fernando e alla domanda su chi avrebbe messo su una Ferrari rimasta libera ha risposto senza tentennamenti: “Naturalmente Alonso, è uno dei migliori piloti di Formula 1 di tutti i tempi”. Nei vari spostamenti possibili bisogna tener conto delle incompatibilità: quei top-driver cioè che, per vari precedenti e la propensione di essere il centro di una squadra, difficilmente accetterebbero di correre nello stesso team. Parliamo appunto soprattutto di Hamilton, Vettel e Alonso, che molto difficilmente potrebbero convivere in diverse combinazioni, con tutto il peso del loro carisma.
Alo stato attuale, l’arrivo di Alonso in Ferrari è più probabile se Vettel, deluso da un’ennesima stagione senza titolo decidesse di trasferirsi in Mercedes, alimentando le voci di “pensionamento” di Hamilto dalla Freccia d’Argento.

L’unica possibilità di far rimanere Alonso in McLaren, sarebbe quella del passaggio al motore Mercedes, ma sarebbe comunque un’incognita e Nando, ormai arrivato ad una certa età non ha tempo da perdere, e deve saper giocare le poche carte rimaste in mano.

Raffaello Caruso

© RIPRODUZIONE RISERVATA