Formula 1

Formula 1, Horner (Red Bull) sul ritorno di Hamilton: “Non sono affari nostri”

Il mondo della F1 continua a rimanere in attesa in merito alla questione Lewis Hamilton. Il sette volte campione del mondo è in silenzio da ormai un mese e mezzo, esattamente il tempo che è trascorso tra oggi ed il Gran Premio di Abu Dhabi, nel quale venne sconfitto da Max Verstappen. Ecco le parole di Horner su Hamilton.

Formula 1, Horner: “Il futuro di Hamilton? Non sono affari nostri”

L’aver perso un titolo è stato molto difficile da mandare giù per uno che si era abituato a vincere, ma a mandare su tutte le furie il britannico sono state le modalità della sconfitta. La decisione presa da Michael Masi sulla gestione della Safety Car ha influito molto sul risultato. Questo però non può togliere nulla all’olandese che è riuscito a tenere testa ad uno dei più forti della storia.

Il Circus della F1 ha così salutato un nuovo campione del mondo, per la gioia di tutto il box Red Bull che è tornato a festeggiare un titolo ad otto anni dall’ultima volta. I tempi di Sebastian Vettel erano diventati molto remoti, e c’era bisogno una vittoria.

La F1 ha bisogno del ritorno in pista di Lewis Hamilton, dal momento che perdere un sette volte campione del mondo sarebbe un disastro sotto un punto di vista mediatico. L’alfiere della Mercedes è un punto di riferimento per milioni di tifosi appassionati di motori.

In molti, tra ex piloti ed addettia i lavori, si sono espressi in questo periodo sulla sua permanenza nel Circus, ed i pareri sono stati a favore di un suo ritorno.

Questa volta è toccato al team principal della Red Bull, Christian Horner, esprimersi. Intervistato da “WION“, ha detto la sua su quanto avverrà.

Speriamo certamente che Lewis potrà essere di nuovo in pista quest’anno, sta ancora guidando a un livello incredibile. Sia lui che Max hanno disputato un campionato tutto loro nella scorsa stagione risultando inavvicinabili per gli altri concorrenti”.

“Tuttavia si tratta pur sempre di una sua scelta. È la sua carriera, e le decisioni spettano a lui. Sono sicuro che sceglierà ciò che è meglio per lui ma, in ogni caso, non sono affari nostri“.

Segui Metropolitan Magazine su Facebook

Back to top button