Formula E | HWA sbarca in Formula E

La notizia era nell’aria da tempo. HWA sbarcherà definitivamente in Formula E come undicesimo team in griglia. Il suo ingresso avverrà nella prossima stagione, come cliente del team Venturi.

Il team monegasco trova in HWA uno dei suoi partner già nella stagione in corso. Nella prossima stagione il team Venturi vedrà in HWA il suo principale cliente, oltre che team affiliato. Un passo importante per l’azienda tedesca con sede a Affalterbach che, dopo numerose indiscrezioni, ha ufficializzato il suo ingresso in Formula E.

Edoardo Mortara – Photo Credit: Venturi Twitter

Il CEO Ulrich Fritz dell’azienda facente parte del gruppo Mercedes, aveva aperto all’ingresso in Formula E negli scorsi mesi. “Stiamo valutando diverse possibilità. Sappiamo che il piano di Mercedes è di entrare nel 2019” aveva commentato ai microfoni di e-racing365. L’ingresso è diventato realtà con Mercedes che trova in HWA la scuderia apripista per il suo definitivo approdo nella season six.

La conferma ufficiale non è arrivata da parte di HWA, ma da parte del direttore tecnico all’operazione del team Venturi, Franck Baldet. Ai microfoni di Formulapassion.it non ha solo parlato dei progressi della stagione in corso, ma anche delle aspettative per la prossima stagione.

Franck Baldet – Photo Credit: red-live.it

Noi abbiamo diritto a quindici giorni come Costruttore, e saliamo a 22 giorni perché siamo il Costruttore di un altro team, HWA, al quale vendiamo tutta la vettura – Franck Baldet a proposito dei test in vista della S5

Il costruttore monegasco conferma così una partnership tecnica e di fornitura di grande importanza. HWA aumenterà il numero di piloti in griglia dai 20 attuali a 22, in attesa dello sbarco di Mercedes e Porsche per il 2019/2020. Sarà importante comprendere il ruolo che Mercedes avrà in HWA, certamente un ruolo di primo piano.

Quali potrebbero essere i piloti? E se il pilota di punta fosse proprio quel Nico Rosberg che proverà a Berlino la vettura della prossima stagione? Le indiscrezioni possono ora cominciare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA