Motomondiale

Francesco Bagnaia campione della MotoGP: Ducati in festa!

È stato un Motomondiale 2022 incredibile da vivere e ricco di colpi di scena impronosticabili. Un’avventura pazzesca e bellissima che ha regalato, a tutti i tifosi italiani, un finale meraviglioso da poter raccontare alle generazioni future. Francesco Bagnaia è campione della MotoGP al termine di un campionato di classe regina pazzesco. Un film, un’epopea omerica. Una storia che chiunque dovrebbe imparare a conoscere. L’affermazione di un centauro italiano, capace di laurearsi vincitore della classifica piloti su una moto nostrana, non si verificava da ben cinquant’anni: l’ultimo era stato Giacomo Agostini in sella alla sua MV Agusta. Altri tempi, altre storie (bellissime) da raccontare. È una vittoria che affonderà le sue radici nella leggenda: Pecco e la Ducati sono riusciti a scrivere, insieme, una pagina di storia che resterà per sempre negli annali del motorsport italiano. Complimenti a tutti: i sogni, a volte, si realizzano.

Francesco Bagnaia campione della MotoGP: una rimonta leggendaria del piemontese

(Photo credits: MotoGP)

Il Motomondiale 2022 non era partito sotto i migliori auspici per la Ducati: all’inizio della lunga pausa estiva, infatti, Francesco Bagnaia pativa ben 105 punti di ritardo dalla vetta, che sembrava essere solida e inattaccabile, dell’ormai ex campione del mondo Fabio Quartararo. La Yamaha aveva dimostrato, seppur non brillando, di possedere un pilota più quadrato che raramente si concedeva il lusso di un errore. A differenza del piemontese che pareva essere entrato in un turbine negativo difficile da scacciare.

Poi l’arrivo dell’estate e la fioritura del bocciolo torinese: la moto di Borgo Panigale si è trasformata in un carrarmato impossibile da frenare, con Pecco entrato in modalità “Fatality” negli appuntamenti della bella stagione. Vittorie su vittorie e piazzamenti positivi lo hanno portato a scalfire prima la classifica della MotoGP, poi il morale del transalpino che si è dimostrato impotente di fronte a una rimonta colossale ed epica. La Yamaha si sgretola, si scioglie come neve al caldissimo sole estivo. Sono ben 105 i punti che Francesco Bagnaia ha recuperato in graduatoria al francese.

Il sorpasso nel Gran Premio d’Australia con Fabio Quartararo che commette un grave errore e si elimina dalla contesa, il consolidamento a Sepang illuminato dalla stella benefica e dolcissima di Marco Simoncelli e la matematica certezza del titolo a Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale 2022, con il nono slot della corsa conquistato in terra iberica (bastava un quattordicesimo posto), Il ragazzo italiano è campione del mondo su una moto italiana: sotto gli occhi di Valentino Rossi, sotto lo sguardo del mondo intero. Il trono è suo: lunga vita al Re!

ANDREA MARI

(Credit foto – pagina Facebook Ducati)

Seguici su Google News

Back to top button