Musica

Franco Califano, il Maestro tra musica, amore e vita sregolata

Adv

Franco Califano è sicuramente uno dei cantautori più importanti per la storia della musica italiana. Soprannominato Il Califfo o Il Maestro, è stato autore di vere e proprie hit sempre in cima alle classifiche.
Autore per sé e per altri, Califano ha avuto il potere di tramutare poesie in canzoni che hanno fatto la storia.

Tra le sue canzoni più famose ricordiamo senza dubbio Tutto il resto è noia, Minuetto, La mia libertà, Un tempo piccolo, La nevicata del ’56 e così via.
Tante sono le canzoni scritte dal cantautore romano ma destinate ad altri artisti. Ha collaborato con Mia Martini, Patty Pravo, Mina, Renato Zero, Loretta Goggi, Toto Cotugno e tanti altri grandi nomi della musica italiana.
La sua è stata una vita sempre al limite, “sgangherata” e fuori dalle righe. Ma è proprio questo che lo ha reso grande, la sua libertà di vivere seguendo sempre il suo istinto, all’insegna della musica.

Paese sud

Franco Califano, il romano latin lover per eccellenza

C’è da dirlo: oltre alla fama di grande cantautore, Franco Califano ha sempre avuto anche quella di latin lover. “Mi sono fatto la fama di amatore andando con donne bellissime e facendo quello che dovevo fare” ha affermato lui stesso in un’intervista al Corriere della Sera nel 2004.
E oltre a questo, ci sapeva proprio fare. Ha avuto storie con Mita Medici, Dominique Boschero, Patrizia de Blanck, Eva Grimaldi, Vanessa Heffer e Rita di Tommaso, con cui ha avuto la sua unica figlia Silvia.
Amore, sesso, musica e vita sregolata sono sempre stati al centro della vita del Califfo. E questo a volte gli ha causato anche problemi giudiziari.

Nel 1984 è stato infatti arrestato dopo un’irruzione da parte dei Carabinieri nella sua villa di Primavalle, a Roma, con l’accusa di associazione a delinquere di stampo camorristico e traffico di stupefacenti.
Tuttavia i fatti contestati non furono mai provati.
Una vita sregolata che ha portato non pochi problemi al cantautore romano, il quale non può tuttavia però essere ridotto a questo. Califano è stato un artista importante sia per l’Italia che per Roma, la sua città, che non ha mai smesso di omaggiare nella sua musica.

Franco Califano, solo musica perché “Tutto il resto è noia”

Per i romani il Maestro è un punto di riferimento fondamentale. E’ stato infatti omaggiato anche nella serie televisiva Romanzo criminale in una scena nella quale l’artista canta la sua Tutto il resto è noia alla festa di matrimonio di uno dei componenti della banda della Magliana.
D’altronde quella canzone è una vera e propria poesia che incarna perfettamente la visione di vita dell’artista. Una canzone tanto popolare quanto rara nella sua profondità e capacità di trasmettere emozioni.

Insomma, tra amori, droghe, emozioni sfrenate e una vita vissuta appieno, Califano è stato spesso ridotto a livello mediatico a quanto concerne la sua vita privata. Ma Franco Califano è tanto altro: un uomo con un animo da poeta dannato, un artista senza tempo, semplice nelle parole ma dirompente nelle emozioni da trasmettere.
Nel 2013 questo grande artista ci ha lasciato in seguito ad un arresto cardiaco, ma le sue canzoni risuonano ancora più forti che mai.
Perché quando si parla di Franco Califano, “tutto il resto è noia”.

Nicole Ceccucci

Adv
Adv
Adv
Back to top button