17.3 C
Roma
Maggio 18, 2021, martedì

Giocare responsabilmente. Come farlo con i giochi online?

- Advertisement -

Non è di certo una novità. Tra le attività più gettonate sul web, ci sono sicuramente quelle che coinvolgono il gioco d’azzardo, le scommesse sportive e altre occupazioni che prevedono in ogni caso l’esborso di una determinata somma di denaro.

Sempre più persone di tutte le età tendono a giocare alle slot online e, a volte, la situazione può letteralmente sfuggire di mano e avere anche gravi conseguenze su una vita famigliare che fino a quel momento poteva considerarsi felice e armoniosa.

Ma quanto spendono gli italiani nel gioco d’azzardo

Secondo una recente stima, nel 2019, gli italiani hanno speso circa 19,4 miliardi nel gioco e soprattutto nelle slot online. Un trend, quello dei giochi via web, che sicuramente è stato capace di attirare chi, per un motivo o per l’altro, evitava le sale slot fisiche e che quindi, in una sorta di ambiente anonimo, riesce a trovare la tranquillità e l’ambiente sereno per cui dedicarsi a questo tipo di attività.

Al di là della considerazione che si spendono oltre i 1000 euro l’anno pro-capite per il gioco d’azzardo, c’è da dire che più di 11 miliardi delle puntate o scommesse, finisce nelle casse dell’erario. Insomma, un’entrata notevole che può permettere allo Stato di investire in infrastrutture e altre cose che possono di fatto essere di aiuto per tutta la popolazione.

Ovviamente esiste una bella differenza tra chi decide di acquistare il biglietto della lotteria di capodanno o chi gioca la “schedina” di tanto in tanto e chi invece passa buona parte del suo tempo a giocare o a informarsi riguardo alle combinazioni più favorevoli di determinate partite o nuovi giochi da poter usare per vincere somme di denaro.

Chi dedica eccessivo tempo al gioco d’azzardo potrebbe avere effettivamente un problema.

I problemi correlati al gioco d’azzardo

Purtroppo, come per altre situazioni, ad esempio l’alcol o le droghe, il bisogno di adrenalina e la “scossa” che può dare l’emozione di una partita a poker o di una scommessa, porta ad una situazione tale che è difficile sapersi limitare o porre un freno quando la situazione sta per sfuggire di mano.

In termini tecnici, questa che è riconosciuta a tutti gli effetti come una malattia, è chiamataludopatia. È possibile riuscire a capire di soffrire di questa condizione, se si verificano alcuni di questi passaggi: a) il manifestarsi di un desiderio irrefrenabile di giocare, b) la sensazione di irrequietezza che è possibile associare sia a sintomi fisici che psicologici, quando non si è impossibilitati a giocare (una vera e propria forma di astinenza), c) l’assuefazione, ovvero il bisogno incessante di aumentare in continuazione il tempo da dedicare al gioco.

È sempre bene ricordarsi che essere affetti da una tale patologia non è di per sé una colpa e che quindi è sempre lecito poter chiedere aiuto. Ci sono moltienti e associazioni che operano a titolo gratuito e forniscono un sostegno psicologico per uscire da una condizione che rischia di sfociare in una vera e propria tragedia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -