Cultura

Giornata Internazionale dei Musei: l’arte in Italia

Adv

Nel 1977 l’ICOM istituì il giorno 18 maggio la Giornata Internazionale dei Musei per acquisire la consapevolezza del ruolo dei musei nello sviluppo della società. Immergendosi nella cultura l’individuo si lascia ispirare da ciò che gli sta attorno, interagisce con essa tramite uno scambio di idee, sempre in costante circolo tra visitatori, reti sociali e comunità. I musei aiutano a portare cambiamento, sviluppo e rappresentano un luogo fondamentale per l’impegno civico, poiché fondato sul confronto e il rafforzamento dell’identità.

Lasciatevi coinvolgere da questi luoghi colmi di storie, per conoscere il passato e comprendere il presente. I flussi di idee che circolano all’interno di questi spazi lasciano ispirare il visitatore e accendono la sua creatività. Di seguito una breve guida sui musei imperdibili da visitare in Italia.

Giornata Internazionale dei musei, l’arte in Galleria

La Galleria degli Uffizi, situata nella città di Firenze, occupa il grande edificio costruito tra il 1560 e il 1580 su progetto di Giorgio Vasari. Vanta una delle più straordinarie collezioni di sculture antiche e di pitture che variano dal Medioevo all’età moderna. Contiene alcuni dei capolavori assoluti dell’arte di tutti i tempi, come Giotto, Piero della Francesca, Filippo Lippi, Botticelli, Mantegna, Leonardo, Raffaello, Michelangelo, Caravaggio. I corridoi delle Gallerie sono adornati della collezione statuaria e dei busti della famiglia Medici, antica casata nobile fiorentina.

Il nostro viaggio artistico, in occasione della Giornata Internazionale dei Musei, prosegue verso la città di Milano, precisamente nella Pinacoteca di Brera. Tale struttura è stata aperta al pubblico nel 1809 nell’omonimo palazzo, medesima sede anche dell’Accademia di Belle Arti. Il museo ospita alcuni dei capolavori internazionali più importanti della storia dell’arte. Curiosando attraverso il loro sito è possibile ammirarne qualcuno come “Lo sposalizio della Vergine” di Raffaello Sanzio e il romantico e fuggente “Il bacio” di Francesco Hayez. La struttura offre un vero dialogo con i visitatori, non solo mostrando tali capolavori ma confrontandoli con vari artisti per capirne le affinità.

Un viaggio in gondola tra i musei più belli

La Collezione Peggy Guggenheim è uno dei più importanti musei d’arte europea ed americana del XX secolo in Italia. Ha sede presso Palazzo Venier dei Leoni, a Venezia, un edificio dalla maestosa facciata classica la cui costruzione è attribuita al progetto dell’architetto Lorenzo Boschetti nel 1748. Il palazzo era la dimora privata di Peggy Guggenheim, grande appassionata e collezionista d’arte, nonché ex moglie del celebre artista surrealista Max Ernst. Tra le opere più importanti della collezione segnaliamo: “L’impero della luce” di René Magritte, “La nascita dei desideri liquidi” di Salvador Dalí e “Materia” di Umberto Boccioni.

Proseguendo nell’affasciante laguna, incontriamo il Palazzo Ducale, museo capolavoro dell’arte gotica, simbolo e cuore della vita politica e amministrativa della Repubblica di Venezia, fino al 1797, anno in cui la Serenissima cadde. Dal 1996 Palazzo Ducale è a tutti gli effetti parte del sistema dei Musei Civici di Venezia. Il museo presenta mostre di grande interesse storico ed offre una varietà di percorsi, come “Itinerari segreti di Palazzo Ducale” e “I tesori nascosti del doge”. Presenta una straordinaria esperienza per ciò che concerne la storia della città lagunare e il design interno del palazzo.

L’arte nei musei della Capitale

I Musei Vaticani accolgono ricche collezioni di arte e archeologia, situate nei luoghi artisticamente più significativi dei Palazzi Apostolici. In seguito alla visita della maestosa Cappella Sistina e dei Giardini Pontifici, consigliamo di ammirare le Stanze di Raffaello, conosciute anche come le Stanze Vaticane. Quattro sale che prendono il nome dal grande pittore urbinate che le affrescò con i suoi allievi. La “Stanza della Segnatura” è probabilmente quella più affascinante, in cui sono raffigurati i quattro rami del sapere: Teologia, Filosofia, Giustizia e Poesia. Nelle pareti sono rappresentate le tre categorie dello spirito umano: il Vero, il Bene e il Bello.

Questi sono piccoli frammenti di un ciclopico mosaico dei musei d’Italia. Il panorama artistico italiano offre una veduta a 360 gradi sulla storia dell’arte a partire dal primitivo fino ad oggi. L’arte non è solo bellezza, ci fa sentire parte di qualcosa, permette di condividere le nostre sensazioni sia d’artisti che da fruitori. Essere in grado di pensare al di fuori del nostro schema: “L’arte spazza la nostra anima dalla polvere della quotidianità.”

Silvia Colaiacomo

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button