Sport

Girmay nella storia del Giro d’Italia: oggi si arriva a Reggio Emilia

Adv

Biniam Girmay (Intermarché-WantyGobert Materiaux) taglia per primo il traguardo di Jesi e con merito, scrive una bella pagina della storia del Giro d’Italia, che per la prima volta vede un corridore africano di colore, vincere una tappa. L’eritreo lo fa in bello stile, tanto da meritarsi l’apprezzamento di Matthieu Van der Poel (Alpecin-Fenix), arrivato secondo nella circostanza. Terzo, invece, si è piazzato Vincenzo Albanese (Eolo-Kometa Cycling Team). Di seguito i particolari dell’11a tappa, che porterà i corridori a Reggio Emilia.

Analisi dell’11a tappa: Santarcangelo di Romagna – Reggio Emilia

L’undicesima tappa del Giro d’Italia 2022, ha una lunghezza di 203 chilometri e porta i corridori da Santarcangelo di Romagna a Reggio Emilia. La strada si presenta costantemente pianeggiante senza soluzione di continuità e anche la planimetria evidenzia la “tranquillità” della tappa. Poco da aggiungere sui chilometri che precedono il traguardo, anch’essi estremamente pianeggianti. Il rettilineo finale è di circa 350 metri in asfalto.

Girmay nella storia del Giro d'Italia: oggi si arriva a Reggio Emilia
(Photo credits: Giro d’Italia)
Girmay nella storia del Giro d'Italia: oggi si arriva a Reggio Emilia
(Photo credits: Giro d’Italia)

I favoriti di giornata: Girmay può riprovarci

La corsa odierna non presenta alcun dislivello e dunque i 203 chilometri che vedremo fare ai corridori, non possono che risolversi o con una fuga, oppure con una volata. Nel secondo caso i nomi da tenere d’occhio, sono quelli di Arnaud Demare, Mark Cavendish, Caleb Ewan, Fernando Gaviria e Matthieu Van der Poel, quest’ultimo pronto a rifarsi su Biniam Girmay, che se ancora in buona giornata, può certamente dire la sua, comunque.

Le squadre conteranno, naturalmente, ma se così non fosse al 100%, altri assoli importanti potrebbero riservarli i vari Nizzolo e Bauhaus. Alberto Dainese e Simone Consonni, invece, potrebbero tenere alto il tricolore.

Le classifiche dopo la 10a tappa del Giro d’Italia

Maglia Rosa: J.P. Lopez Perez (Trek-Segafredo); J. Almeida (UAE Team Emirates) +12”, R. Bardet (Team DSM) +14”

Maglia Ciclamino: A. Demare (Groupama-FDJ) 151 p.ti, B. Girmay (Intermarché-Wanty-Gobert Materiaux) 148 p.ti, Matthieu Van der Poel (Alpecin-Fenix) 90 p.ti

Maglia azzurra: D. Rosa (Eolo-Kometa Cycling Team) 83 p.ti, K. Bouwman (Jumbo-Visma) 69 p.ti, L. Kamna (Bora-hansgrohe) 43 p.ti

Maglia Bianca: J.P. Lopez Perez (Trek-Segafredo), J. Almeida (UAE team Emirates) +12”, T. Arensman (Team DSM) +1’27”

Squadre: Bora-hansgrohe, Bahrain Victorius +3’21”, Intermarché-Wanty-Gobert Materiaux +5’24”

Dove vedere in TV il Giro d’Italia

Il Giro d’Italia 2022, sarà seguito dalla partenza e fino alle 14.00 dalle telecamere di Rai Sport +, a seguire da quelle di Rai 2. La corsa, inoltre, potrà essere vista in TV anche su Eurosport, oppure in streaming su Eurosport Player, Discovery+ e la piattaforma di GCN.

Autore: Adriano Fiorini

Articolo precedente

(Photo credit: Giro d’Italia)

Link foto: https://www.facebook.com/giroditalia/photos/a.10150573891468247/10158963326238247

Adv
Adv

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?

Related Articles

Back to top button