Arte e Intrattenimento

Grammy 2018: stanotte gli Oscar della Musica

Tonight is the night: i Grammy Awards premieranno, nella nottata tra il 28 ed il 29 gennaio (alle 4:30 ora italiana) le migliori produzioni musicali del 2017. Tante le categorie musicali che riceveranno un premio. Tra tutte spicca la nomination di Despacito, tormentone della scorsa estate, come miglior canzone dell’anno. 

Mancano poche ore all’inizio dei Grammy Awards. La rete pullula dei dettagli sulla serata che si terrà al Madison Square Garden e sui suoi ospiti. Nomi altisonanti della musica come Lady Gaga, che di statuette a forma di grammofono ha già fatto incetta nella sua pur non lunghissima carriera.

Rimbalzano e fanno notizia le immagini delle prove degli U2 che vi mostriamo qui sopra. Le ha diffuse la CBS, l’emittente che trasmetterà la sessantesima edizione dei Grammy. In Italia saranno all’incirca le 4:30 del mattino. Seguirli in diretta sarà cosa per pochi temerari o nottambuli. Ma la curiosità di sapere quale sarà la migliore canzone dell’anno o il miglior album appartiene a molti. Il premio è dei più importanti: wikipedia ci ricorda infatti che questo è il riconoscimento che ha “certificato” talenti mondiali come la già citata Lady Gaga. L’artista è candidata, quest’anno, anche per la migliore interpretazione pop da solista.

I Grammy vengono chiamati anche “Oscar della Musica“. Sapete perché? Perché a decidere quali sono i migliori album, artisti,  canzoni è una giuria di esperti, i membri della Recording Academy. Esattamente come per gli Oscar del cinema.

Grammy 2018: le nomination

La lista delle nomination ai Grammy è lunga. Si articola in ben 84 categorie, divise in base a 30 generi musicali. Tra i tanti nomi, però, ce n’è uno che colpisce immediatamente: Despacito. La canzone è stata innegabilmente il tormentone estivo del 2017. Potete averla apprezzata o detestata, ma non potete non averla ascoltata.

Grammy, despacito, miglior canzone
Un fotogramma del video di Desacito, candidata come miglior canzone dell’anno ai Grammy 2018

Secondo i rumors e secondo le scommesse che circolano intorno al premio, sarebbe anche la favorita assoluta per la vittoria. Se così sarà, dovremo considerare ancora più “pesante” il successo del fattore social sulle canzoni. La canzone di Luis Fonsi e Daddy Yankee gareggia con That’s What I like di Bruno Mars e Logic, struggente canzone sul suicidio di Alessia Cara e Khalid. Sarà davvero una bella lotta.

Ma ai prossimi Grammy non c’è solo Despacito. Le categorie premiate, lo abbiamo accennato, sono tantissime. Quelle principali, però, sono quattro, considerate le più influenti: Miglior artista emergente, Registrazione dell’anno, Canzone dell’anno e Album dell’anno.

Molto interessante è la categoria che riguarda il miglior artista emergente. Il futuro della musica. In questa categoria i candidati più interessanti, e favoriti, sono: Alessia Cara e Khalid, voci di Logic, e SZA. Alessia Cara è una cantante pop canadese, con un pizzico di Italia nel dna. La ragazza, infatti, è nata da genitori calabresi. Khalid, invece è statunitense ed è cresciuto viaggiando a causa della carriera militare della madre. SZA è il nome d’arte di Solána Imani Rowe, voce black originaria del Missouri, che ha esordito nel 2012 pubblicando il mixtape See.SZA.Run e ha già collaborato con Kendrick Lamar, Isaiah Rashad e Chance the Rapper. Per tutti e tre siamo sicuri che, comunque vada, sarà un successo.

Federica Macchia

Adv
Adv
Adv
Back to top button