Gran Premio di Spagna: Vince Hamilton!

Dopo una strepitosa qualifica il sabato, Lewis Hamilton torna a parlare di sè vincendo il Gran Premio di Spagna. Seconda la Ferrari di Sebastian Vettel e terza una deludente RedBull pilotata dall’australiano Daniel Ricciardo

Grande la partenza di Vettel che sorpassa senza problemi la Freccia Grigia di Hamilton, subito fuori la Ferrari di Raikkonen dopo un contatto con Bottas, di cui è stata vittima anche Max Verstappen.

Al settimo giro Hamilton comunica di aver difficoltà nello stare dietro il ritmo della Rossa di Vettel, Subito duello poi ai box tra un agguerrito Sainz Magnussen su Haas.
Fin da subito la Ferrari ha dato l’impressione di poter vincere la gara, ma è stata tradita, forse, da una sbagliata strategia dei box.
Infatti Vettel è entrato ai box al 15° giro, montando di nuovo le Soft, mentre Hamilton ha aspettato, rientrando al  22° giro mondando le gomme Medie a fascia bianca.
Vettel sembra poi aver imparato la lezione di Sochi, passando egregiamente e, anche sullo sporco, la Mercedes di Valtteri Bottas.

Sentendo le gomme cedere, Vettel decide di rientrare ai box, montando così le medie, portandosi e riacquistando la prima posizione su Hamilton dopo un’avvincente duello alla prima chicanne dopo i box!
Succede l’impensabile al 40° giro, Bottas è costretto al ritiro per un problema alla power unit, tutti e due i piloti finlandesi sono fuori gara!

La circostanza favorevole per la mossa di Hamilton, è arrivata a metà gara, sotto la forma non del tutto comprensibile di una virtual safety car. Hamilton è stato bravissimo a eseguire il comando del muretto e quando è riuscito dalla pit lane era dietro di 4 secondi alla Ferrari ma con un set di gomme che gli garantiva un passo di un secondo e mezzo più veloce. Spettacolare e pericolosa la manovra con cui Vettel ha resistito al primo assalto di Hamilton che, poi, ha dovuto aspettare un paio di giri prima di avere l’occasione giusta per passare il tedesco senza rischiare nulla: “Non c’era niente da fare – ha commentato Seb via radio quando si è visto sfrecciare a fianco la macchina grigia del concorrente – è passato come un treno”. La gara è praticamente finita su questa dichiarazione. Il resto è stato gestione, con Hamilton a piazzare proprio sul finire della gara il giro più veloce della giornata e Vettel a ringraziare i meccanici per lo splendido lavoro fatto.

Giornata amara invece per le RedBull che, dopo questa gara hanno capito maggiormente quanto sia il divario con le rivali Mercedes e Ferrari, vedendo un Ricciardo a più di 70″ di distanza.
Vettel comunque mantiene sempre il comando della classifica piloti, a +6 punti dal rivale Hamilton!

Raffaello Caruso 

https://www.facebook.com/LaRubricaAutomobilistica/?fref=ts

https://twitter.com/LaRubricaAuto

https://www.facebook.com/raffaellouchiha.caruso

© RIPRODUZIONE RISERVATA