Formula 1

Gunther Steiner, team principal Haas:”I nostri piloti crescono…”

Adv
Adv

Ultimi nel Mondiale 2021 con zero punti incassati. Mick Schumacher e Nikita Mazepin hanno vissuto da rookie il loro primo anno da pilota titolare al volante di una vettura di Formula Uno. Il team statunitense Haas era consapevole delle difficoltà che avrebbe incontrato nelle curve della stagione appena archiviata, ma Gunther Steiner (team principal) è certo che l’anno passato ha migliorato sensibilmente i suoi piloti.

Gunther Steiner (Haas): “Sapevamo delle difficoltà con due rookie…”

Ecco cosa ha detto il team principal di Haas ai microfoni di motorsport:

“Sapevamo quello che stavamo facendo, anche se non sapevamo come sarebbe andata. Soltanto in pista hai modo di capire le qualità di questi piloti, la loro mancanza di esperienza e di quanto aiuto hanno bisogno. Alcune cose hanno dovuto impararle da soli. Si tratta di nuotare o di affogare e non puoi pensare di tenerli a galla tutto il tempo, non è un qualcosa che voglio fare. La cosa migliore è imparare confrontandosi con la dura realtà. Per me questo è meglio che coccolarli. Avevamo una vettura non competitiva ed è stato facile affrontare questo percorso dato che eravamo consapevoli di non poter ambire ai punti”.

“Nel 2022 vogliamo invertire questa tendenza, ma loro hanno imparato molto commettendo anche errori. L’unica cosa positiva di questa stagione è stata che non avevo bisogno di arrabbiarmi dato che non avevamo nulla perdere. All’inizio della stagione stavano duellando l’uno contro l’altro per le posizioni di coda. Questo non porta alcun vantaggio al team. Poi hanno capito che la Formula 1 non si riduce all’arrivare davanti ad un solo pilota. Per noi non c’è un primo ed un secondo pilota. Tutti hanno le stesse opportunità, tutti hanno lo stesso status. È così che funziona”.

Seguici su Metropolitan Magazine

Photo Credit: HaasF1OfficialTwitterAccount

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button