High Class Racing – High Class Racing sarebbe interessata ad aderire alla formula delle LMDh, la nuova classe condivisa di IMSA ed ACO. Peter Utoft, team principal della squadra danese, ha confermato di essere interessato a questa sfida che rappresenta il futuro delle corse.

High Class Racing, dalla ELMS alle LMDh?

High Class Racing, impegnata regolarmente nell’European Le Mans Series e nel WEC in LMP2, è pronta per il salto nella classe regina per un’importante espansione del proprio programma sportivo. Le opzioni sul tavolo sono molte e ci sono molti incontri in programma, a partire da Sebring.

Utoft ha reso noto come abbia molti contatti nel mondo delle corse graie all’esperienza avuta con Volkswagen. Come ha evidenziato il patron della formazione danese, l’evento di Sebring sarà cruciale per le nuove LMDh.

High Class Racing
High Class potrebbe pensare alle LMDh – Photo Credit: ELMS.com

Come noto infatti, il fine settimana della mitica 12h, dovrebbe regalarci un panorama più chiaro per quelle che saranno le LMDh. High Class Racing, attualmente in pista con un’Oreca, potrebbe mantenere il rapporto con i francesi anche nella nuova avventura delle LMDh. Bisogna però ricordare come l’equipe di Utoft abbia avuto una collaborazione con Dallara.

L’idea c’è, ma mancano i regolamenti

Oltre al nome LMDh, non conosciamo nulla sulle “future LMP1”. Sono tante le case che hanno mostrato interesse per questa soluzione che permetterebbe alle squadre la possibilità di contendersi con lo stesso modello di auto le grandi classiche di Daytona, Sebring e Le Mans.

Non conoscendo nessun dettaglio tecnico, dovremo attendere Sebring per avere una prima idea dei costruttori che accetteranno questa nuova sfida. Sicuramente la notizia del ritiro di Aston Martin dalle hypercar ha messo la parola fine all’idea “rivoluzionaria” di ACO di vedere un gruppo ricco di hypercar.

High Class Racing ELMS
High Class Racing durante la 4h di Spa – Francorchamps – Photo Credit: ELMS.com

Bisogna infine ricordare come, per la seconda volta consecutiva, sono gli americani ad indovinare la giusta ricetta per attirare i costruttori. I regolamenti attuali dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship sono una scommessa vinta. Non possiamo dire la stessa cosa delle attuali LMP1, dove ci ritroviamo tre auto che, come se non bastasse, non sono messe nella possibilità di giocarsi alla pari il successo.

Dopo un primo nuovo fallimento, le hypercar, ACO chiede aiuto ai “vecchi nemici” americani per uscire da un tunnel che stava diventando sempre più lungo…

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA