Recensione

Il giusto prezzo di una impastatrice da cucina: quale scegliere?

Il mercato delle impastatrici da cucina per uso domestico è diventato vasto e florido, specie da quando la cucina è rientrata negli interessi di moltissimi italiani grazie a numerosi programmi e reality show. Non ultimi, pandemia e lockdown ci hanno fatti generalmente misurare con più tempo libero e più voglia di sperimentare, e non è un caso che articoli come planetarie ed impastatrici siano diventati tanto richiesti e popolari.

Ecco una piccola guida al costo delle impastatrici per uso domestico, in cui cercheremo di capire qual è il giusto costo per questo tipo di articolo. Al link che segue trovate un sito con recensioni di tutte le migliori marche di macchine impastatrici sul mercato: utilissimo per un confronto sulle specifiche tecniche e gli accessori!

Iniziamo subito!

Entry level: 50/80 euro

Le impastatrici domestiche più economiche che abbiamo trovato hanno un prezzo che si aggira tra i 50 e gli 80 euro, a seconda di brand, anno di produzione e canale di vendita.

Si tratta di articoli adatti ai principianti, oppure a chi non ha mai avuto una planetaria: con una spesa contenuta è possibile valutare con mano le capacità della macchina e capire se è il caso di passare ad un prodotto più professionale perché in famiglia viene effettivamente utilizzata con frequenza.

Di contro, la qualità dei materiale non è mai eccelsa. Inoltre, con prodotti così economici è difficile trovare centri di riparazione e pezzi di ricambio per le sostituzioni.

Livello medio: 100/200 euro

Passiamo a prodotti di livello (e costo) medio: tra i 100 e i 200 euro. Sono decisamente i più diffusi, e in questa categoria rientrano i prodotti delle marche per uso amatoriale più famosi e più facilmente reperibili in commercio.

Con potenze variabili tra i 500 e i 900 watt ci attestiamo in una fascia di efficienza e versatilità media, adatta a chi ama sperimentare ma non si è ancora gettato in preparazioni davvero complicate e che richiedono molta energia.

Medio-alto livello: tra i 200 e i 350 euro

In questa categoria rientrano prodotti di più alto livello, che per potenza, design e accessori sembrano più simili ad articoli professionali che per uso domestico. Ovviamente insieme al prezzo salgono la potenza (spesso tra i 1000 e i 1300 watt), il numero di giri al minuto del motore, la qualità dei materiali e la facilità di trovare un centro assistenza e i ricambi.

Alto livello: tra i 500 e i 1500 euro

A questo livello troviamo elettrodomestici in tutto e per tutto simili a quelli professionali. Alcuni di essi, come il famosissimo Bimby, non permettono solamente di impastare, tritare e macinare, ma anche di far lievitare con il calore e di cuocere effettivamente le preparazioni. Ovviamente prima dell’acquisto è necessario chiedersi:

  • Per che tipo di preparazione userò il prodotto?
  • Quanto spesso?
  • Per quante persone? Una famiglia numerosa ammorterà facilmente il costo; per chi cucina raramente sarà più complesso.
  • Ho sufficiente spazio in cucina per conservare l’oggetto e averlo sempre sottomano per usarlo spesso quanto vorrei?

Mr. Red

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e questo è quanto basta.
Back to top button