17.3 C
Roma
Maggio 18, 2021, martedì

Il GPS nelle investigazioni private

- Advertisement -
Sempre più spesso chi si rivolge a un Investigatore privato a Roma si trova davanti all’utilizzo del GPS per l’indagine investigativa e in particolare per il pedinamento elettronico. Vediamo come funziona e i vantaggi per il cliente dell’Investigatore privato Roma messo a disposizione da Verdile Investigazioni.

Come funziona il rilevatore GPS

Con GPS si intende un dispositivo elettronico installato sul veicolo del soggetto da controllare e che permette all’investigatore di seguirlo in tutti i suoi spostamenti. In particolare, tramite il rilevatore si monitorano le località raggiunte, le soste e i tempi di percorrenza come in un vero e proprio pedinamento. Ecco allora che da un lato il GPS permette di ricostruire i tragitti, dall’altro non ha valore probatorio dato che non indica chi è davvero alla guida dell’autoveicolo. Tuttavia, usare il GPS nelle indagini investigative permette di ottenere alcuni importanti vantaggi in particolare dal punto di vista operativo ed economico, sia per l’agenzia investigativa sia per il cliente.

Cosa si intende con pedinamento elettronico

Al pari del tradizionale pedinamento effettuato dall’investigatore privato, il pedinamento elettronico permette di tracciare gli spostamenti di una persona. Per questa attività le agenzie investigative ricorrono a tecnologie avanzate per la localizzazione come il tracciamento GPS (Global Positioning System ovvero Sistema di Posizionamento Globale). Con questo strumento si ottengono precise indicazioni geografiche come la latitudine e la longitudine, che permettono di risalire alla posizione esatta di qualcuno o qualcosa.

L’uso del GPS è lecito?

In questo caso la risposta è affermativa e l’uso del GPS da parte degli investigatori e agenzie di investigazione è lecito, come deciso dal Decreto Ministero dell’ Interno 01/12/2010 n° 269, G.U. 14/02/2011. In particolare l’agenzia può usare il GPS per indagini in ambito privato, aziendale e assicurativo secondo quanto riportato nell’art. 5 dello stesso decreto. Oltre a questo l’agenzia investigativa con i propri investigatori può fare attività di osservazione statica e dinamica anche con strumenti elettronici e riprese video e fotografiche. In altre parole l’utilizzo del GPS e il pedinamento elettronico sono consentiti dalla giurisdizione italiana a patto che l’investigatore rispetti gli obblighi di legge e burocratici stabiliti dal Garante della Privacy. Concludiamo questo post con un’ultima indicazione: il tracking GPS può essere usato per produrre una relazione investigativa finale da presentare anche in sede giudiziaria. Per questo fin dalla scelta dell’agenzia investigativa a cui affidare la soluzione del proprio caso è importante verificare se e come utilizzi le tecnologie più avanzate. I moderni investigatori privati e le agenzie come Verdile Investigazioni affiancano al pedinamento classico il pedinamento elettronico, per una più rapida soluzione dell’indagine. Verdile Investigazioni | Agenzia Investigativa Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Alessia Spensieratohttps://metropolitanmagazine.it
Alessia Spensierato, Editore (Owner & Founder) della testata giornalistica di Metropolitan Magazine. La scrittura è la sua più grande passione, ha scritto il suo primo libro"Il silenzio in un caffè" pubblicato nel 2013 tra i top ten e-book dei più venduti nello stesso anno. Nel 2014 si cimenta nella scrittura del suo secondo "One Way", ex speaker radiofonica. Il mondo del Web l'ha sempre affascinata e oggi ha cercato di unire le sue più grandi passioni creando Metropolitan Magazine. Metropolitan Magazine oggi è una testata nota sia a Roma che in Italia. Non utilizza nessun aggettivo per definirsi, per lei esistono solo parole "nuove" che nessuno sa. "Il mondo è di chi lo disegna ogni giorno in modo diverso, a volte anche senza matite."
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -