Nonostante il dominio dimostrato in questo inizio stagione del DTM, i piloti Audi sono delusi per i risultati ottenuti in Gara 2 al Lausitzring. L’ultimo round disputato ha infatti decretato il primo e fino ad ora unico successo BMW, apparsa in difficoltà rispetto alla casa dei quattro anelli.

Quest’unica vittoria è servita anche a scaturire dei dissapori tra i piloti Audi, desiderosi di non concedere nulla agli avversari. Nel corso della gara, Jamie Green, il migliore dei piloti Audi in pista, non ha avuto il ritmo per andare a riprendere Timo Glock e Lucas Auer, ma si è difeso nei confronti dei suoi compagni di marca che lo seguivano ed avevano un passo migliore.

Incomprensioni Audi nel DTM, Rast “accusa” Green

Il primo pilota a mandare frecciate a Green è stato René Rast, il quale ha ammesso che i piloti Audi hanno pensato piuttosto alla gara dei propri compagni, in lotta per il titolo, piuttosto che agli avversari della BMW.

“Ovviamente tutti noi, Robin, io, Nico, stavamo colmando il divario ma come abbiamo già visto in altre gare è molto difficile passare se la macchina davanti usa anche push-to-pass e DRS. Se avessi potuto superare Jamie avremmo avuto la possibilità di vincere. In quel momento stavamo lottando principalmente con Nico e Robin per le posizioni in campionato. Ma abbiamo visto cosa è successo quando ci siamo concentrati troppo su di noi. Dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista”.

Green si difende pensando di poter vincere

Audi DTM Green
Jamie Green, pilota Audi nel DTM – Photo Credit: Media DTM

Non è tardata ad arrivare la risposta di Green, il quale ha precisato di potersela giocare alla pari con i due piloti BMW, data anche la strategia simile.

“È stata una decisione difficile. La cosa migliore era provarci e poiché avevo ancora molti DRS a disposizione ho pensato fosse giusto così, perché avrei potuto attaccare più tardi ed è quello che ho fatto alla fine. Purtroppo poi mi è mancato un po’ di grip. Sapevo di essermi fermato presto, ma anche Auer e Glock. Quindi sentivo di potermela giocare alla pari con loro”.

Delusione anche per Frijns

Con il terzo posto ottenuto nell’ultima gara del DTM, Robin Frijns è stato il migliore dell’Audi al traguardo, ma anche il pilota olandese ha manifestato la propria delusione per la mancata vittoria.

“Partendo dalla pole vuoi restare lì. All’inizio in testa mi sentivo più a mio agio sul passo gara. Siamo rientrati ai box al 19° giro e poi non abbiamo sfruttato il vantaggio che avevamo con le gomme nuove a causa di tutte le persone davanti a me. Finire terzo non è male, ma sto ancora aspettando quella prima vittoria”.

In casa Audi avranno dunque il tempo per chiarire le idee e prepararsi al meglio per il prossimo appuntamento del DTM, in programma ad Assen tra poco più di una settimana.

SEGUICI SU:

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
YOUTUBEhttps://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
SPOTIFYhttps://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
PAGINA FACEBOOKhttps://www.facebook.com/motors.mmi/
GRUPPO UFFICIALE FACEBOOKhttps://www.facebook.com/groups/763761317760397
NEWS MOTORIhttps://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

© RIPRODUZIONE RISERVATA