Sport

Indoor World Series 2022: tutto quello che c’è da sapere sul tiro con l’arco

Adv

Questo fine settimana a Nimes comincerà ufficialmente la nuova stagione agonistica internazionale per il tiro con l’arco, con il primo atto delle Indoor World Series 2022. Da venerdì 21 a domenica 23 gennaio la località francese sarà teatro del primo grande confronto dell’anno al coperto tra alcuni dei migliori interpreti della disciplina, in attesa dei Campionati Europei Indoor di metà febbraio che metteranno in palio le medaglie continentali.

In un 2022 che non prevede eventi di qualificazione olimpica per i Giochi di Parigi 2024, l’Italia può dunque concentrarsi anche sulla stagione al coperto (sulle brevi distanze) per poi voltare pagina in primavera e affrontare le prima gare importanti di avvicinamento verso la prossima rassegna a cinque cerchi. Di conseguenza, risultano iscritti alla kermesse francese ben tre elementi della Nazionale Italiana di Arco OlimpicoLucilla Boari, Tatiana Andreoli e Federico Musolesi.

Il tiro con l’arco è una disciplina nobile, olimpica e dalle tante sfaccettature. La maggior parte di noi è abituata a vederla proprio alle Olimpiadi, quando atleti di tutte le nazioni si sfidano con maestria a colpi di frecce e bersagli puntati.

Ma dietro alla competizione, al singolo tiro, c’è davvero un mondo: una storia secolare, anzi millenaria, nonché tecniche di tiro, allenamenti, strategie e preparazione che si sono affinate nel tempo. Il tutto in diverse tipologie di “gioco”, sport e regolamenti.

E allora, come funziona il tiro con l’arco? Come e dove è possibile praticare questo sport? Qual è la genesi? E i segreti? Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sull’arco come disciplina ma anche come attività a 360°.

Insomma, l’arco è un simbolo universale di battaglia e di caccia, di predatori e di prede, che nel corso dei secoli ha – per fortuna – mutato la propria finalità ultima. Oggi è, infatti, l’espressione di una disciplina che si è scrollata di dosso i retaggi di violenza e sopraffazione. Tanto che la gare sportive sono divenute il simbolo di concentrazione e precisione ma anche di fair play e sana competizione.

Parlando di Vecchio Continente e Americhe, il tiro con l’arco ha conosciuto un revival come sport ed arma da caccia a partire dall’’800. Dopo una parentesi tra il 1900 ed il 1920, dal 1972 è in pianta stabile nel programma olimpico.

Tipologie

Ci sono diverse tipologie di arco oggi in uso, che rispondono a diversi criteri di classificazione.

  1. L’arco olimpico (o ricurvo), quello usato per l’appunto alle OlimpiadiÈ il più tecnologicamente avanzato. Si tratta infatti di un arco realizzato con leghe di metallo e dotato di numerosi accessori per la stabilizzazione ed il puntamento.
  2. L’arco nudo è simile come forma a quello olimpico ma è dotato di molti meno accessori. Viene impiegato in gare indoor o all’aperto non incluse nel programma dei Giochi.
  3. L’arco compound infine è molto più piccolo dei due precedenti ed è in grado di tirare le frecce con maggiore potenza. È usato per la caccia e per le gare di caccia simulata.
  4. Gli archi tradizionali, invece, sono di svariati tipi e dimensioni e cambiano ovviamente da Paese a Paese. Possono essere utilizzati anche per delle gare oppure solo per rievocazione storica.

Hattila, il negozio online leader in Francia

Il negozio di tiro sportivo Hattila è un negozio online leader in Francia per il tiro con l’arco e la sopravvivenza. Vi si può trovare soprattutto il tiro con la balestra (sport / tempo libero / caccia), il tiro al bersaglio con l’arco, il lancio di pietre (tempo libero e bambini) ma anche tutto ciò che riguarda il trck e la sopravvivenza (passeggiata sportiva)

Hattila è in grado di consegnare molto rapidamente in tutta Europa grazie a uno stock e a una piattaforma di spedizione situati in Svizzera.

Related Articles

Back to top button