Recensione

Investire in argento, consigli per farlo

Investire in metalli come soluzione alternativa e di rifugio dalla crisi: non solo oro, che tutt’oggi è la prima strada che viene seguita in questi casi. Sul mercato si sta assistendo alla crescita di tante altre soluzioni alternative al prezioso metallo giallo. Un a su tutte? L’argento.
Ritenuto da sempre una sorta di ‘cugino’ dell’oro, probabilmente meno importante e di valore, oggi l’argento sta acquistando molta credibilità tra gli investitori. Ed in ottica futura, vista la pandemia che inizia ad essere superata, con l’aumento generalizzato dei prezzi delle materie prime l’argento probabilmente beneficerà di un maggiore interesse.
Il metallo grigio ha diversi fattori fondamentali a suo favore, tra cui una combinazione di offerta ridotta e forte domanda. L’offerta globale di argento è in calo dopo che le aziende hanno chiuso le miniere per contenere il coronavirus: la domanda industriale di argento è diminuita nel 2020, quando l’economia globale ha vacillato, ma la domanda di investimenti ha più che compensato il calo dell’uso industriale.

Investire in argento

Chi investe in argento tende a farlo acquistando direttamente oggetti di questo metallo: gioielli, monili ma anche lingotti, che alla pari dell’oro sono disponibili oggi sul mercato. Prima di effettuare un qualsiasi acquisto è bene controllare la valutazione dell’argento usato, che esattamente come per il metallo giallo più preziosi segue i ritmi della politica e della attualità.
Quando sui mercati ci sono crisi, ad esempio, il ricorso a beni rifugio, come queste materie prime, cresce; stesa cosa dicasi quando una data nazione affronta una crisi politica. In sostanza per investire in argento, così come in oro, è bene avere sempre sotto controllo la contingenza attuale a livello politico ed economico, sia in Italia che mondiale.

L’interesse verso le materie prime

Il forte interesse per l’argento arriva in un momento di crescita della domanda per quasi tutte le materie prime mentre l’economia globale riprende e gli investitori si preoccupano della potenziale inflazione. I beni durevoli come l’argento sono spesso considerati buoni depositi di valore nei periodi inflazionistici ed è unico a causa della sua duplice natura sia di metallo prezioso che di metallo industriale. Oltre a monete e gioielli, il metallo viene utilizzato nei pannelli solari, nei veicoli elettrici, nei dispositivi medici e in altri prodotti.

Back to top button