Gossip e Tv

John Malkovich, chi è la compagna italiana Nicoletta Peyran: “Colpo di fulmine sul set”

Nicoletta Peyran, compagna da anni dell’attore americano John Malkovich, madre delle sue due figlie è nata e cresciuta in Piemonte, ha studiato le culture orientali e per molto tempo ha lavorato come aiuto regista. È stato sul set di un film che i due si sono conosciuti. La lavorazione de Il tè nel deserto ha fatto scattare la scintilla di quella che è una intensa storia d’amore. Malkovich era stato già sposato con Glenne Headly (1982), ma il matrimonio era andato in fumo nel 1988 quando lui aveva avuto una storia con Michelle Pfeiffer incontrata durante Le relazioni pericoloseNicoletta Peyran l’ha conosciuta l’anno dopo e tra loro è nata una storia profonda e molto intensa.

John Malkovich, chi è la compagna italiana Nicoletta Peyran

John Malkovich, chi è la compagna italiana Nicoletta Peyran: "Colpo di fulmine sul set"

Nonostante il cognome francese che potrebbe trarre in inganno, Nicoletta Peyran è italianissima e originaria del Piemonte. Chi la conosce la descrive come una donna dotata di un’innata eleganza, molto chic e bellissima anche senza un filo di trucco. Essere la moglie di John Malkovich potrebbe conferirle del fascino in più, ma lei non ne ha assolutamente bisogno perché è già molto fascinosa di suo. Prima di lavorare come aiuto regista al film “Il tè nel deserto”, Nicoletta Peyran è stata sempre aiuto regista nella pellicola “Trasformazioni” uscita nel 1988 e ancor prima ha lavorato come terzo assistente alla regia nel film “L’ultimo imperatore” uscito nel 1987.

John Malkovich è considerato un vero e proprio simbolo del cinema americano. Protagonista di film eccellenti, ma anche di serie tv, ha amato la recitazione fin da ragazzino. Cinema e sentimenti a parte, ci sono diversi episodi e passioni che hanno segnato la sua vita. Nel 2013, mentre passeggiava per Toronto, ha assistito a un gravissimo incidente: un uomo anziano è caduto e si è ferito alla gola su un’impalcatura. L’attore gli ha immediatamente prestato soccorso e salvato la vita, riuscendo a contenere l’emorragia in attesa del personale sanitario. Nella sua vita coltiva la passione per la moda ed è diventato persino stilista, tanto da aprire una boutique a Prato, in Toscana.

Seguici su Google News

Back to top button