Gossip e TV

Katia Ricchiarelli: chi sono i suoi amori Carreras, Grassi e Baudo

Katia Ricciarelli è una cantante lirica, soprano, celebre in tutto il mondo. Ha lavorato anche come attrice in un film di Pupi Avati, La seconda notte di nozze. Negli ultimi tempi è famosa invece soprattutto per le sue apparizioni televisive. Nata il 16 gennaio 1946 a Rovigo sotto il segno del Capricorno, è cresciuta in una famiglia non agiata con la sola madre, sin da giovane ha dimostrato una grande passione per il canto.

Dopo aver studiato al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, ha debuttato sul palcoscenico a Mantova nel 1969, con La bohème. La vera fama è arrivata però nel 1971, con la vittoria al Concorso Internazionale Voci Verdiane indetto dalla Rai, con un’aria tratta da Il corsaro. Nel corso della sua carriera si è esibita nei maggiori teatri del mondo, dalla Scala di Milano al Lyric Opera di Chicago, passando per la Royal Opera House di Londra. Questo il video della sua interpretazione de La Tosca di Puccini.

Katia Ricchiarelli, chi sono tutti i suoi amori

Per quanto riguarda la sua vita privataha vissuto due storie d’amore importanti: la prima con il tenore José Carreras, durata ben 13 anni. La seconda, quella con il conduttore televisivo Pippo Baudo, sposato il 18 gennaio 1986, nel giorno del suo quarantesimo compleanno. I due sono rimasti insieme fino al 2004, e tre anni dopo hanno ottenuto il divorzio. Durante la relazione con lui, come confessato da lei stessa in una intervista a Maurizio Costanzo, ha avuto un aborto.

Katia Ricciarelli, che ha esordito nella lirica nel lontano 1969 esordendo nell’opera lirica La Bohème, ha avuto una lunga storia con il tenore Josè Carreras. I due artisti sono rimasti legati per 13 anni a partire dal 1972.“

Nel suo passato anche l’amore per l’impresario teatrale Paolo Grassi, che le fece perdere la testa a 26 anni pur essendo molto più grande di lei. Tra le curiosità relative al suo conto, prima del successo ha lavorato come operaia in una fabbrica di mangiadischi. Nel 1983 la Ricciarelli è stata fischiata dalla Royal Opera House per le difficoltà negli acuti estremi dell’Aida

Aveva una signorilità, una sensibilità che inebriavano. A poco a poco ci innamorammo. Io avevo 26 anni e lui il doppio dei miei. Ma l’età non contava. Decidemmo di sposarci. Grassi fece stampare anche le partecipazioni, con la data delle nozze, che inviò a molti dei suoi amici. Ma all’ultimo saltò tutto. Tornai a cantare con Carreras e capii che lui mi aveva stregato. Per Grassi avevo un’ammirazione infinita, per Carreras una passione infinita”

Adv
Adv
Adv
Back to top button