Il CEO del FIA World Endurance Championship Gérard Neveu annuncia che Kyalami potrebbe tornare nel WEC. La pista sudafricana tornerebbe ad ospitare una gara della competizione endurance dopo gli anni ’80.

Kyalami è pronta a ritornare nel WEC. Ad annunciarlo lo stesso Gérard Neveu secondo cui “sono stati condotte molte analisi per il ritorno del WEC in Sudafrica”. L’attuale responsabile del mondiale endurance avrebbe discusso della possibilità sia con le squadra che con le autorità locali. Durante la 9 Ore di Kyalami dell’Intercontinental GT Challenge, Neveu avrebbe incontrato il proprietario del circuito sudafricano, Toby Venter.

“Ogni anno siamo alla ricerca di nuovi posti dove c’è interesse per il motorsport e l’endurance. Kyalami è un circuito che stiamo prendendo in considerazione perché questo ha grande storia. Hanno ammodernato il tracciato molto bene, conservandone la sua storia. È una versione 2.0 del vecchio Kyalami, una bella versione. Nel weekend ho discusso molto sia con team e piloti: tutti sono parsi molto entusiasti” – Gérard Neveu, CEO del WEC

Kyalami WEC – Sostituzione last-minute per San Paolo?

Nelle scorse settimane la federazione avrebbe consultato le scuderie con alcuni questionari su un potenziale ritorno a Kyalami. Stando alle dichiarazioni, il tracciato sudafricano sarebbe ben visto nel paddock. Tuttavia, immaginare che ci sarà la sostituzione della 6 Ore di San Paolo con Kyalami è improbabile. Lo stesso Neveu ha escluso prontamente questa eventualità.

“Bisogna essere realistici. Per preparare un evento in un tracciato che non hai mai visto prima richiede un certo periodo di tempo. Il WEC è molto più grande dell’Intercontinental GT Challenge, per cui devi affrontare sfide ancora più difficili. In due mesi e mezzo, con il Natale in mezzo, non è possibile preparare nulla. Senza contare che andrebbe trovato un accordo immediatamente; un accordo che sia positivo per entrambi le parti. L’anno prossimo no, ma in futuro chissà!”Gérard Neveu, CEO del WEC

SEGUICI SU :