Formula 1

La RB18 pronta per la prossima settimana, Horner: “Raggiunti gli obiettivi”

Giornate intense a Milton Keynes. Non sembra mancare il lavoro negli ultimi tempi nella fabbrica della Red Bull, pronta ora a concretizzare i traguardi prefissati per il 2022 con l’assemblaggio della RB18. Non poche le aspettative sulla nuova vettura. Un baluardo per Max Verstappen, in difesa del titolo iridato del 2021, oltre che potenziale trampolino di lancio per la Red Bull verso la Coppa Costruttori. Un notevole salto di qualità per le prestazioni della Red Bull? Certo è che il prossimo modello di Verstappen e Sergio Perez potrà già essere a breve operativo. Una settimana cruciale la prossima per il team anglo-austriaco, termine previsto per il completamento delle operazioni alla monoposto. Horner: “La RB18 ha raggiunto la maggior parte degli obiettivi prefissati”.

La Red Bull accelera i tempi: RB18 assemblata la prossima settimana

Tra le tante sorprese del 2022, la nuova vettura Red Bull, con importanti miglioramenti, anche in vista del titolo Costruttori da raggiungere. Una nuova sfida per la scuderia austriaca la monoposto RB18, per cui si preannunciano alti livelli di prestazione e velocità più elevate rispetto alla RB16. Operazione comunque complessa raggiungere il primato, considerando il balance of performance tecnico che consente meno ore di galleria del vento a chi ha vinto l’anno precedente.

Già stabilite da Ferrari e Mercedes le date di presentazione per le nuove monoposto, rispettivamente il 17 e 18 febbraio. Non del tutto definito invece l’appuntamento della Red Bull, fissato inizialmente per il 23 febbraio, prima giornata di test cumulativi. Le tempistiche sembrano però essere state accelerate a Milton Keynes. Con il termine dell’assemblaggio della RB18 previsto per la prossima settimana, il team ha infatti considerato lo shakedown di anteprima, sfruttando anche un filming day di 100 km per una prima prova della vettura.

Lo stesso Chris Horner ha svelato come le operazioni sulla RB18 siano in decisiva fase di completamento:

“Sono giornate di straordinari e di pasti da asporto consegnati in fabbrica – ha infatti dichiarato il team principal della Red Bull in un’intervista su racingnews365.com sono sempre momenti molto emozionanti quelli che portano all’assemblaggio di una nuova monoposto. La RB18 per ora ha raggiunto la maggior parte degli obiettivi che ci siamo prefissati, ovviamente prima dei test effettueremo il consueto shakedown sfruttando un filming day”.

Horner ha poi messo in evidenza le difficoltà dovute al nuovo regolamento e alle poche giornate di test a disposizione:

“Tre giorni a testa per pilota sono pochi – dice appunto il manager britannico – il nuovo regolamento farà sì che a livello progettuale ci saranno vincitori e vinti. Sono da mettere in preventivo delle ‘palle curve’ che potrebbero scaturire da idee vincenti avute da altre scuderie. La prima parte di stagione sarà spettacolare e divertente per gli appassionati”.

Seguici su Metropolitan Magazine.

Liliana Longoni

(credit-foto-Christian Horner sul contratto Red Bull di Sergio Perez – redbull.com)

Back to top button