ComicsInfoNerdRecensione

La Terra, Il cielo, I corvi: Recensione

Adv
photo credits: lacasasenzanord

Da un po’ di anni a questa parte, uno dei fumetti che puntualmente attendo di più è quello scritto da Teresa Radice e Stefano Turconi, infatti anche quest’anno non sono rimasto deluso! Ma c’è da dire che questa volta con “La Terra, Il Cielo, I Corvi”, sempre edito da BAO Publishing, hanno creato qualcosa di straordinario. Una storia che ci farà viaggiare in compagnia di 3 soldati attraverso i boschi ghiacciati delle Russia, in un periodo storico non propriamente felice. 

Con questa storia Radice e Turconi si sono assolutamente superati. Non era una cosa semplice, perché la coppia sia nel lavoro che nella vita, ha nel loro curriculum dei lavori di assoluto valore. Basta ricordare “Il Porto Proibito” o “Non Stancarti Di Andare” o anche il bellissimo “Tosca Dei Boschi”. Se da un lato Teresa Radice imbastisce una storia e dei dialoghi stupendi, dall’altro le tavole di Stefano Turconi dipinte ad acquerello, sono una vera e proprio gioia per gli occhi e per il cuore.

la terra, il cielo, i corvi
photo credits: lacasasenzanord

La Terra, Il Cielo, I Corvi… La Guerra

Marzo 1943 Isole Solovetskis sul Mar Bianco. Qui si trovava un monastero trasformato in una base militare, dove venivano rinchiusi i prigionieri di guerra. Proprio qui si ritrova Attilio Limonta, un’alpinista catturato durante la campagna di Russia. Attilio non sogna altro che la libertà. Sogna di poter tornare all’aria aperta a vedere il cielo. Per farlo è disposto a rischiare, a correre il rischio più grande di tutti. Ed una sera insieme al Caporale Tedesco Volker Werner, chiamato Fuchs(volpe in italiano) anch’esso prigionierodecide di scappare portandosi dietro una guardia russa di nome Vanja, di piantone al momento della fuga, che col proseguire della storia diverrà per loro una guida. Cosi ha inizio il viaggio di questo strano trio verso la libertà, attraverso l’inverno sovietico.

L’arte di insegnarci qualcosa

Ci sono fumetti che sono puro entertainment. Poi ci sono fumetti come questo che ti lasciano qualcosa dentro, che ti fanno riflettere, che cercano di insegnarci qualcosa. Quel qualcosa che troppo spesso dimentichiamoL’inutilità della guerra. Con questa storia Turconi e Radice ci ricordano che in fondo siamo tutti uguali. Ovviamente ognuno ha le sue differenze, ma in definitiva siamo tutti esseri umani, anche questo dimentichiamo troppo facilmente. La cosa buffa è che in “La Terra, Il Cielo, I Corvi” sono un italiano, un Tedesco e un Russo a ricordacelo, proprio come in una delle più classiche barzellette. 

photo credits: lacasasenzanord

Capirsi non è un problema 

Ebbene si, a dimostrazione di quello che dicevo prima, gli autori fanno una scelta che definire azzeccata è riduttivo. Sia Fuchs che Vanja parleranno ognuno rispettivamente nella proprio lingua per tutta la durata del volume, come anche tutte le persone che incontreranno durante la fuga. Gli unici dialoghi che troveremo in italiano saranno quelli di Attilio. Questo espediente narrativo, ci “costringerà” ad immergerci nella lettura e cercare di capire ogni minimo movimento, ogni minima espressione per decifrare i dialoghi e capire cosa sta succedendo, proprio come deve fare il protagonista. Quindi, magari voi mi direte: ma cosi si riesce a capire tutto? La mia risposta è assolutamente si! Perché il linguaggio del corpo, del viso, è universale e nonostante tutte le nostre diversità alla fine siamo esseri umani e quando vogliamo, se lo vogliamo siamo in grado di infrangere ogni barriera.

In conclusione 

La Terra, Il Cielo, I Corvi” è un volume imperdibile, sia per gli amanti di Turconi e Radice, che si ritroveranno come a casa grazie ad una storia stupenda, sia per chi non ha mai letto nulla fatto da loro. In questo caso fidatevi, vi ritroverete di fronte ad un’opera unica, che vi farà provare un turbinio di emozioni e vi ritroverete a ridere, commuovervi ed immergervi in questo fantastico viaggio verso la libertà.

Continua seguirci sui social Facebook e Instagram!

Giacomo Variante(mino860)

Adv
Adv
Adv
Back to top button