17.3 C
Roma
Maggio 17, 2021, lunedì

Le diete dimagranti più efficaci e famose del 2021

- Advertisement -

In questo articolo parleremo delle diete più famose e a volte anche efficaci per perdere e dimagrire di quei chili di troppo. Parleremo di diete che sicuramente conosci quasi tutte per averle forse provate e altre sentire in televisione, su internet, Youtube o su quale libro.

Non sempre le diete più famose e che seguono i vip fanno davvero dimagrire: spesso in tv questi personaggi da Lemme a Panzironi vengono invitati e creano un certo clamore. Parleremo di vari regimi dimagranti, parlando dei pro e contro, cosa si mangia, cibi da evitare, della dieta Dukan, dieta Life 120 di Panzironi, dieta vegetariana, dieta del digiuno intermittente e dieta chetogenica.

Il piacere del cibo è una delle cose che più accomuna le persone. Mangiare cibi deliziosi è sempre una goduria, ma inevitabilmente può portare al rischio di accumulare peso, cosa abbastanza frequente nel mondo attuale.

Non a caso, una delle frasi più cercate su internet riguarda il perdere peso (con tutte le sue varianti), ma i risultati sono più abbondanti di quanto si possa pensare.

Il risultato è un utente confuso, che non sa ben differenziare le principali diete, le differenze, i pro e i contro di ognuna.
Andiamo a vedere quindi le principali diete, molto diffuse, con i vari pro e contro. In modo da andare a fare una scelta consapevole qualora si volesse iniziare a seguire una di esse.

Dieta chetogenica

Il principio della dieta chetogenica è molto particolare e la trovi illustrata sul sito specializzato Ketoblog dove troverai Alessandro e Silvia, appassionati ed esperti di stile di vita chetogenico, che ti aiuteranno a sperimentare su te stessa i benefici di questa alimentazione povera di carboidrati.

Il corpo, infatti, oltre agli zuccheri, sfrutta i cosiddetti corpi chetonici per alimentarsi e avere energie.

I corpi chetonici sono delle molecole derivate dall’eliminazione dei carboidrati. Senza i carboidrati, infatti, non è possibile utilizzare del tutto i grassi, in quanto il cervello, così come i globuli rossi e altri tessuti, necessitano di zuccheri, o appunto, corpi chetonici.

Il risultato è la produzione di questi elementi, che danno un senso di ‘nausea’ e sazietà, che permette di ridurre il senso di fame. Senza i carboidrati, inoltre, la quantità di calorie assunte dagli alimenti è molto ridotto, in quanto proteine e grassi già di per sé assicurano un elevato senso di sazietà.

Infine, grazie alla dieta chetogenica, il corpo non avvertirà più la necessità dei carboidrati, già dopo una settimana. Fra i difetti, però, è l’impossibilità di sgarrare, in quanto uscire dallo stato di chetosi è un attimo, basterà assumere pochi carboidrati e si uscirà dallo stato di chetosi, e sarà necessario un po’ di tempo per tornarci.

Le informazioni che troverai su Ketoblog.it ti insegneranno a testare su di te una via di mezzo della dieta chetogenica e cioè la cosidetta “dieta low carb“, una dieta chetogenica ciclica cioè appunto una via di mezzo tra la classica e un’alimentazione con carboidrati.

In compenso, il tessuto muscolare verrà risparmiato da questa dieta, e con la restrizione calorica, il dimagrimento sarà assicurato.

Dieta Life 120

Altra dieta molto nota, creata da Adriano Panzironi, si basa sull’esclusione dei carboidrati, considerati dannosi per la salute umana. Gli alimenti consentiti da questa dieta, saranno quindi tutti quelli contenenti grassi e proteine, escludendo di conseguenza pane, pasta e tutti gli alimenti contenenti carboidrati.

In particolare la colazione dolce tipicamente italiana è una delle principali responsabili del tasso glicemico alto fin dalla mattino, con conseguenti fame compulsiva durante la giornata e voglia di mangiare dolci e cibi contenenti zucchero e carboidrati.

Fra gli svantaggi di questa dieta, vi è l’impossibilità di assumere alimenti contenenti carboidrati (fonte di ‘dipendenza’ psicologica per molte persone; molte voglie, infatti, vengono soddisfatte grazie ai carboidrati).

Qui sotto trovi un video molto chiaro che parla di cosa è la dieta Life 120, cosa si mangia a colazione, a pranzo e a cena, i cibi consigliati e quelli da evitare.

Dieta vegetariana

A differenza delle diete precedenti, nel regime alimentare vegetariano non vi è una vera e propria esclusione di macronutrienti. Quel che viene eliminato, in questo caso, è tutto quello che proviene dalla carne.

Il motivo per cui è nata questa dieta è il rispetto degli animali e della loro vita. In compenso, si è notato come l’esclusione di certi alimenti consigliata da un’alimentazione vegetariana fatta bene ha portato ad una riduzione di calorie, e quindi ad un dimagrimento ‘naturale’ e indiretto.

Fra gli svantaggi, sicuramente vi è l’esclusione di alcuni alimenti di origine animale, in compenso è possibile togliersi alcuni sfizi provenienti dai carboidrati senza problemi.

Dieta Dukan

Dieta inventata da un famoso nutrizionista, Pierre Dukan, ha venduto numerosi libri grazie all’incredibile successo ottenuto grazie a quest’ultima. Il principio di questa dieta è molto semplice, e probabilmente è anche il motivo del suo successo: ‘mangia quanto vuoi, purché rientri fra gli alimenti consentiti’.

Sembra quasi la propaganda di un ‘all you can eat’ cino-giapponese. Ma allora perché questa dieta lampo che va tanto di moda e ha tutto questo successo?

Molto semplice: gli alimenti consentiti si dividono in fasi. Ogni fase presenta alimenti con macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi) ben precisi. In questo modo Pierre Dukan riusciva a seguire i clienti nelle loro diete, in quanto anche se in eccesso, mangiavano alimenti con calorie e macronutrienti calibrati.

Si tratta di base di una dieta iperproteica, fatta apposta per limitare il senso di fame.
Le proteine, infatti, oltre ad avere un fantastico effetto dimagrante, hanno anche il vantaggio di poter dare un grande senso di sazietà.

In questo modo le calorie assunte saranno poche, e principalmente proteiche (inizialmente infatti si mangia quasi esclusivamente carne o pesce, per poi aggiungere man mano le verdure).
Più in là, invece, si potranno aggiungere poco a poco maggiori quantità dei vari macronutrienti.

Fra i contro di questa dieta, troviamo la ‘restrizione alimentare’ che bisogna seguire all’inizio. Farà passare la fame, ma in compenso vi permetterà di dimagrire mangiando quanto volete.

Dieta del digiuno intermittente

La dieta del digiuno intermittente è basata su una serie di ricerche scientifiche che hanno permesso di scoprire come la restrizione alimentare (quindi di qualsiasi alimento) nella maggior parte delle ore della giornata, possa portare ad un notevole dimagrimento e ad un aumento della massa muscolare, pur non escludendo alcun alimento.

Il principio alla base di questa dieta è rappresentato dal rapporto delle ore di digiuno dalle ore di ‘alimentazione’.

Infatti, con 16 ore di digiuno giornaliero (con 7-8 ore di sonno circa), e solo 8 ore di possibilità di alimentarsi, anche abbuffandosi ad un pasto, non si ha materialmente il tempo di fare una seconda abbuffata, in quanto la digestione rallenterà.

In questo modo, il totale calorico scenderà notevolmente, in modo da permettere una perdita di peso senza alcuna restrizione alimentare.

Fra gli svantaggi, però, troviamo l’impossibilità di mangiare in determinate ore del giorno, col grande vantaggio di poter mangiare ‘quanto si vuole’ nelle ore consentite.
Così, il dimagrimento avverrà senza alcuna restrizione alimentare avvertita dal soggetto. Infatti, risulta molto più facile pensare ad una restrizione temporale, piuttosto che limitarsi con gli alimenti. Quest’ultima parte, poi, verrà in automatico, saziandosi col primo pasto abbondante.

Infine, anche il corpo si abituerà a mangiare meno durante il giorno, diminuendo col tempo anche le abbuffate (che solitamente si limiteranno alla prima settimana), in modo tale da poter perdere ulteriormente peso, senza limiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Mr. Redhttps://metropolitanmagazine.it/
Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e questo è quanto basta.
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -