Formula 1

Lewis Hamilton a New York per controlli medici dopo l’incidente di Monza

Adv

Sarà un Mondiale combattuto in modo tecnico ma, anche, rude. I vari contatti stagionali tra il campione del mondo Lewis Hamilton ed il rivale per il titolo Max Verstappen stanno infiammando questo campionato di Formula Uno. Mercedes contro Red Bull. Britannico contro olandese. Il punto più alto di questa battaglia senza esclusione di colpi si è registrato durante l’ultimo Gran Premio d’Italia: in quel di Monza, il pilota dei Paesi Bassi ha causato un incidente mettendo a rischio l’incolumità del collega. La ruota della sua vettura, infatti, si è poggiata quasi sul casco del campione in carica. Soltanto il sistema di sicurezza Halo ha impedito tragiche conseguenze. Il fenomeno della Mercedes si è recato a New York per sottoporsi ad accertamenti medici più approfonditi: penalizzato, invece, Max Verstappen nel prossimo GP.

Controlli specialistici nella “Grande Mela” per Lewis Hamilton

Lo scontro c’è stato e si è rivelato essere durissimo. Soprattutto per Lewis Hamilton. Dopo l’incidente di Monza, l’inglese ha accusato dolori alla testa ed al collo: nulla di preoccupante, soprattutto per come sarebbe potuta finire senza l’ausilio dell’arco di protezione dell’abitacolo (Halo) che ha parato quasi completamente il colpo schermando l’impatto della ruota della Red Bull sul casco del pilota Mercedes. I dolori, però, ci sono ed il combattente anglosassone è volato a New York per sottoporsi a controlli specialistici più approfonditi prima di rimettersi all’interno della sua monoposto per affrontare le curve di Sochi.

Intanto, Max Verstappen (reo di aver causato la carambola) dovrà subire una penalità nel prossimo Gran Premio. Per la gioia dello stesso Hamilton: “Credo che questa decisione stabilisca un precedente importante. Servono regole più severe per tutelare la sicurezza dei piloti“. Ecco un altro capitolo dell’infinita guerra. È un Mondiale di Formula Uno che si appresta a diventare uno dei più tirati e nervosi degli ultimi anni.

Seguici su Metropolitan Magazine

Photo Credit: MercedesF1OfficialTwitterAccount

Adv
Adv
Adv
Back to top button