Sport

Mammuth: che rimonta!!

Adv

A Civitavecchia i giallorossi con un ottimo secondo tempo riescono a pareggiare la gara di andata di Coppa Italia e annullano il fattore campo dei padroni di casa. Sabato a Roma la sfida decisiva per il passaggio del turno.

Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona impressione la prima volta.

Una frase apparentemente semplice ma eloquente quella del famosissimo scrittore irlandese Oscar Wilde che ci trova assolutamente d’accordo.

Sabato i Mammuth hanno disputato la prima gara ufficiale della stagione 2017-2018 e lo hanno fatto sul difficile campo degli Snipers Civitavecchia. La gara, valevole per la gara di andata della seconda fase di Coppa Italia, quella in cui entrano a far parte proprio le formazioni di serie B, è stata un vero banco di prova per la squadra giallorossa allenata da Coach Gianmaria Ingrao. Dopo mesi lontano dalle competizioni ufficiali finalmente si è tornati a respirare il clima di agonismo e la tensione pre-partita che tanto ci piacciono, ma non era facile scendere in pista in questa prima assoluta. I Mammuth, che in estate hanno perso alcuni giocatori fondamentali come Arcese, Santilli e Tiburtini, si sono presentati al via con il gruppo storico più qualche novità come i giovani Alessandro Tamburri e Valerio Calabrese, entrambi avevano disputato la scorsa stagione il campionato Under 18 Elite in maglia giallorossa e Matteo Terelle, tutti e tre in prestito dal Velletri. In più c’è stato il ritorno in capitale di Marco Panella, attaccante di Genzano che aveva già indossato la maglia Mammuth in serie A2 nel 2011 e nei primi campionati di A1.

Federico Tulli dopo la rete che sblocca i Mammuth Foto ©Rita Földi

Alla vigilia si è respirato un clima disteso e anche l’ultimo allenamento del venerdì sera la squadra al completo ha lavorato serenamente lasciando ben sperare per la gara del giorno seguente. La voglia di far bene ed iniziare nel migliore dei modi la stagione era molta, come le insidie che si nascondono dietro un derby che emoziona sempre.

Complice una pista molto veloce al quale i Mammuth non sono abituati ed un avversario giovane ed ostico, il primo tempo della gara è stato più complicato del previsto infatti i padroni di casa sono da prima passati in vantaggio e successivamente hanno raddoppiato le marcature spiazzando i ragazzi di Ingrao. Un po’ troppo bloccati sulle gambe e timidi al tiro, i Mammuth vengono sbloccati da Federico Tulli che sorprende il portiere avversario con un violento tiro scagliato da quasi 40 metri. Non basta però a ripartire e il Civitavecchia allunga di nuovo con il gol dell’ex Stefano Cocino che fissa il tabellino sul 3-1.

Si va al riposo e bastano poche parole tra giocatori e allenatore per rendersi conto che i Mammuth sono ben altro che quelli visti nella prima frazione di gioco e che era ora di dimostrare, prima di tutto a se stessi, di poter riprendere la gara in mano. Detto fatto, la squadra entra in pista con una mentalità diversa, decisa e più concreta e si vede già dalla prime battute. Dopo i primi 25 minuti, nei quali il gioco era stato comandato dai padroni di casa, ora sono i giallorossi ad impostare le azioni e a rendersi più pericolosi, d’altronde è l’unica cosa da fare se si vuole recuperare lo svantaggio. Tamburri e Zacchi portano la gara in pareggio, il derby è vivo e giocato a viso aperto da entrambi i lati, non c’è timore e le squadre si danno battaglia senza esclusione di colpi. Sugli spalti il tifo è infiammato, si sentono echeggiare i cori dei CUMR, fedelissimo gruppo di supporters giallorossi giunti in trasferta per seguire la squadra. Sfruttando una superiorità numerica temporanea il Civitavecchia passa nuovamente in vantaggio con Valentini, doppietta per lui, ma mancano ancora parecchi minuti e la rimonta non va sprecata, sarebbe un peccato. I Mammuth sono in partita e tornano a girare con decisa tranquillità ed alla fine il pareggio arriva nuovamente ad opera di Stefano Zacchi che nonostante qualche problema fisico si dimostra sempre fondamentale. 

Negli ultimi minuti succede di tutto, i Mammuth colpiscono due pali e sfiorano un autogol, entrambe le formazioni ci provano fino alla fine ma la gara termina in pareggio 4-4.

Si conclude così la prima uscita per la squadra giallorossa ed il primo derby stagionale, tanto agonismo in pista ma tanta correttezza da entrambe le parti, fattori che hanno contribuito a regalare un bellissimo spettacolo a chi era presente. Ora si attende sabato 11 per il ritorno in casa dei Mammuth e questa volta non si potrà finire in parità, dovrà uscire un solo vincitore che sarà colui che passerà il turno e raggiungerà le formazioni di serie A per il terzo turno.

La prima volta è importante per fare una buona impressione, ma la seconda volta sarà fondamentale per ottenere un risultato.

Adv
Adv
Adv
Back to top button