Sport

Mammuth, che vittoria al Palamunicipio.

Adv

I Mammuth grazie alla vittoria passano il turno e accedono alla terza fase di Coppa Italia. Il 25 Novembre scontro diretto contro una squadra di serie A, si aspetta il sorteggio da parte della federazione.

“Il successo non viene solo con la vittoria, ma talvolta anche già col voler vincere.”

Nello sport, nella vita ed in tutte le nostre azioni ciò che fa la differenza è il nostro approccio mentale.  La convinzione, la determinazione e il desiderio del raggiungimento dell’obiettivo, proprio come disse il filosofo saggista tedesco Friedrich Nietzsche, sono i fattori che possono spingerci oltre. Negli occhi e nel cuore dei Mammuth c’è ancora la felicità e la soddisfazione della vittoria, difficile e poco scontata tra l’altro, ottenuta sabato sera ai danni del CV Skating di Civitavecchia. La vittoria per 5-4 ha di fatto regalato l’accesso alla terza fase di Coppa Italia ai capitolini, spinti per l’occasione da un pubblico eccezionale che ha sostenuto la squadra per tutto il tempo, sventolando bandiere e intonando cori che echeggiavano per tutto il Palamunicipio. Dopo la gara di andata, disputata sabato 4 Novembre a Civitavecchia, terminata con il pareggio per 4-4, i Mammuth hanno lavorato duramente per farsi trovare pronti per questo importante appuntamento, soprattutto perché si sentivano in dovere di regalare una vittoria proprio a quel pubblico che li aveva seguiti i modo incondizionato per tutta la scorsa stagione e che purtroppo non aveva ricevuto la gioia della vittoria. Questa volta a Roma i Mammuth, in occasione della prima uscita stagionale, volevano rendere omaggio a coloro che sono diventati una certezza, i  tifosi, e ovviamente anche regalare a se stessi una vittoria che mancava da troppo tempo. La sorte ha voluto che tutto ciò avvenisse in un derby e tra le mura amiche di un palazzetto del quale conosciamo pregi e difetti e che ci fa sentire a casa.

Stefano Zacchi 4 reti in due gare di Coppa Italia Foto ©Rita Földi

Anche questa volta la gara è stata equilibrata e le due squadre in pista hanno regalato spettacolo facendo quasi presagire una replica della gara di andata, ma questa volta sono stati i Mammuth ad andare in vantaggio e proprio quando sembrava che potessero allungare, dato il forte pressing e le spinte decise in fase di attacco, il Civitavecchia riusciva non solo a pareggiare, ma addirittura a passare il vantaggio chiudendo il primo tempo 2-1. Certo non era ciò che i ragazzi di Coach Ingrao si aspettavano, ma non era la serata giusta per pensare minimamente ad una sconfitta e riordinate le idee si tornava a giocare. La seconda frazione di gioco è stato un susseguirsi di emozioni e gol da entrambe le parti che hanno portato il tabellino a segnare, ancora una volta 4-4. Le fasi della gara erano concitate, tutto ancora poteva succedere, tutti volevano staccare quel pass per il terzo turno anche solo per avere una possibilità di giocare con formazioni di serie A. In quei momenti la tensione, la carica agonistica e il canto dei tifosi si mescolano tutti insieme fino a rendere difficile sentire i propri pensieri, ma aiutano a perseguire il proprio obiettivo. Alla fine gli sforzi sono stati ripagati e quell’equilibro che sembrava stregato si è spezzato quando al 41’, Alessandro Strafonda, il più giovane tra i gialorossi, metteva a segno la quinta rete che valeva la vittoria ed il passaggio del turno.

Alessandro Strafonda autore della rete della vittoria Foto ©Rita Földi

Un turno difficile contro un avversario decisamente all’altezza della situazione che ha contribuito a dar vita a due bellissime gare, fattore che rende il raggiungimento di quest’obiettivo ancora più emozionante. La squadra, i colori e i tifosi meritavano questa vittoria perché voluta e cercata con tutto il cuore, forse perché prima di averla ottenuta l’avevano immaginata e desiderata.

Adv
Adv
Adv
Back to top button