Gossip e Tv

Maria Grazie Cucinotta, chi è la figlia Giulia Violati: “Prima assomigliava a papà, ora a mamma”

Appena nata era uguale a papà, tanto che mamma ha deciso di chiamarla esattamente come lui. Sono passati quasi 20 anni da quel 9 settembre 2001 e oggi le carte in tavola sembrano essere cambiate. Perché la bellezza mediterranea di Giulia Violati ricorda tanto mamma Maria Grazia Cucinotta e questa sì che è una good news. Di foto social e non della figlia dell’attrice siciliana e il marito Giulia Violati ce ne sono pochissime e per giocare a Trova le differenze dobbiamo giusto accontentarci delle feste comandate. In questo caso è il compleanno di mamma Maria Grazia, che il 27 luglio ha spento 53 candeline, l’occasione per sbirciare “la piccola” di casa.

“E sono arrivata ai 53 anni di meravigliosa vita che tutti voi che mi volete bene avete reso speciale”, ha scritto l’attrice de Il Postino condividendo su Instagram la foto dei festeggiamenti in cui si lascia baciare e coccolare dal marito Giulio e la figlia Giulia, “grazie sempre per i vostri auguri affettuosi, vi voglio bene assai”. Giulia, capelli ricci e un viso acqua e sapone, nonostante sia di profilo riesce a catturare l’obiettivo e l’attenzione dei followers di mamma.

Allergica ai riflettori, solitamente fa capolinea nei social della Cucinotta giusto il giorno del suo compleanno (“La nostra vita è cominciata da quando abbiamo sentito per la prima volta il battito del tuo cuore e quel battito è il battito del nostro cuore. Ogni volta che ti guardiamo amandoti ogni secondo di più. Tu sei la nostra vita, la nostra felicità”, la dedica di mamma per i suoi 18 anni) o in alcune rarissime eccezioni che non passano inosservate.

Anche se nel 2017 ha lavorato con mamma Maria Grazia per la realizzazione di un cortometraggio contro il bullismo chiamato Il compleanno di Alice, storia di una ragazza che viene bullizzata a scuola e dei suoi genitori che non si accorgono di nulla (un’idea nata proprio da un’ingiustizia subita dalla stessa Giulia quando aveva solo 6 anni ndr) i suoi progetti sono altri. L’università e l’esperienza all’estero, per iniziare. “Pur essendo partita da lei l’idea de Il compleanno di Alice, nella vita Giulia punta a fare tutt’altro. E se vorrà andare all’estero io le farò le valigie”, aveva raccontato mamma, “non è facile avere una madre ingombrante come me, che viene riconosciuta e fermata ovunque. Abbiamo cercato di darle sicurezza, facendole capire che lei è se stessa, con uno spazio privato che non deve essere invaso da me e che la mia fama non deve farle ombra”.

Back to top button