Gossip e Tv

Marino Bartoletti, chi sono le figlie Cristina e Caterina: “Sono la mia forza”

Cristina e Caterina sono le figlie di Marino Bartoletti, il giornalista che qualche anno fa è balzato agli onori della cronaca per via della scomparsa prematura della moglie Carla morta schiacciata da una porta finestra.

La più nota tra le due è comunque Caterina visto che nella vita non fa un lavoro ‘normale’ ma uno in cui, proprio come suo padre, bisogna stare spesso sotto i riflettori. Quelli che illuminano la figlia di Marino Bartoletti però non sono i riflettori della televisione bensì quelli del teatro che lei ama, pratica e insegna.

Cristina e Caterina, chi sono le figlie Marino Bartoletti

In particolare, secondo i bene informati, Caterina Bartoletti è un’attrice teatrale e non solo visto che nella vita si occupa di insegnare teatro ai bambini e agli adolescenti ma anche ai principianti. La sua passione è iniziata venti anni fa quando ha iniziato gli studi a Bologna presso la scuola Galante Garrone in cui si è diplomata. Da sempre ha studiato e amato il teatro e, a quanto pare, anche la sorella ha seguito le sue orme visto che, tra le poche cose che sappiamo, sembra che la sua professione sia quella di scenografa. Agli studi entrambi associano poi la loro professione muovendo i loro primi passi nel mondo dello spettacolo ma senza mai approfittare del cognome del padre, questa è la cosa che lo rende fiero.

Sin dal 2004, inizia la collaborazione con la Compagnia Teatro dell’Argine, che ha quindi ormai superato i tre lustri. All’interno della compagnia oltre che attrice è insegnante di teatro e di discipline circensi, con specializzazione in tessuti aerei. Nello stesso periodo partecipa allo spettacolo-studio Il sapore dell’acqua con la regia di Pietro Floridia, quindi a Gli Equilibristi. Primo quadrimestre con la regia di Andrea Paolucci.

Si specializza in teatro per ragazzi e infatti sono molti gli spettacoli dedicati a un pubblico più giovane. In anni più recenti, nella fattispecie nel 2014, partecipa, come attrice al progetto Le Parole e La Città. L’anno successivo, sempre in collaborazione con il Teatro dell’Argine, scrive un saggio in cui getta le fondamenta teoriche per il suo lavoro teatrale. Esce per l’editore torinese Loescher, infatti, “Facciamo Teatro – percorsi e proposte per conoscere e vivere il teatro”

Back to top button