Tutti vorremmo avere un pavimento ben levigato che dia quel qualcosa in più a tutta la casa; d’altronde anche l’occhio vuole la sua parte e i pavimenti sono un elemento fondamentale che fa tanta differenza insieme all’arredamento. A volte capita che quando si acquista un immobile – sia un ufficio o una casa o un locale destinato ad altro uso – è proprio la pavimentazione che ci convince se siamo di fronte a una struttura di qualità, come un marchio distintivo di fiducia da riporre nel prodotto generale.

Tuttavia, tipologie di pavimento ce ne sono tante, un settore sicuramente in grado di soddisfare i gusti più svariati; dal più economico e classico a quello più caro e che richiede anche maggiori attenzioni per tenerlo sempre pulito e lucido. Inoltre, alcuni materiali sono poco resistenti agli agenti chimici utilizzati nelle pulizie domestiche e si rovinano facilmente. Tra quelli più optati che rappresentano una via di mezzo tra l’economico e il lusso, ci sono le pavimentazioni che necessitano – al momento dell’impianto – la levigatura, per conferirgli lucentezza ma anche resistenza. Uno dei primi consigli qualora si decidesse di optare per uno di questi pavimenti, è quello di consultare siti con guide sulle migliori levigatrici per pavimenti; in questo modo avrete la possibilità di rifinire il vostro pavimento quando sarà necessario.

Il marmo è tra i materiali più duraturi nel tempo e conferisce alla stanza un chè di regale, oltre a essere di facile pulizia. Tra l’altro, in commercio si trovano molte soluzioni moderne e di grande effetto ma a prezzi modici. Anche il parquet è molto usato oggi giorno; il legno da un senso di calore all’ambiente e agli ospiti. Per quanto riguarda la sua pulizia, ci vuole veramente poco ed è per questo che è apprezzato dalle casalinghe; un pò meno per chi possiede degli animali domestici ma a tutto c’è rimedio. Un’altra soluzione è il gres (inclusa la variante porcellanata), che viene utilizzato anche per le zone esterne grazie alla sua particolare resistenza ma allo stesso tempo bellezza (alcune presentano una sfumatura di colori davvero belle da vedere).

Ora che abbiamo visto alcuni esempi di pavimentazione che possono essere idonei a vari ambienti, è importante sapere che come tutte le cose è richiesto un minimo di manutenzione nel tempo, operazione che si dovrebbe tenere per rinfrescare la superficie e conferirgli un aspetto nuovo e lucido. Questa manutenzione consiste nel passare una levigatrice che andrà a sismetare le imperfezioni createsi nel tempo o per un qualsiasi altro motivo; parliamo di un lasso di tempo di 10 anni nel caso del marmo, dai 6 agli 8 anni per il parquet. Addetti specializzati – ovvero coloro che verranno a montare il pavimento – saranno in grado di darvi tutte le indicazioni di cui avrete bisogno per mantenerlo sempre sano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA