Motorzone: Ferrari 488 Speciale o GTO? Facciamo il punto

Salve a tutti amici appassionati delle quattroruote, e bentornati ad un nuovo appuntamento di Motorzone: la rubrica per gli appassionati dei motori.

Il tema di oggi è tutto italiano, poichè parleremo di un’immagine trapelata in questi giorni sul web, che vede come protagonista la presunta Ferrari 488 Speciale.
Fin dal suo lancio, ricordiamo che avvenne al Salone di Ginevra del 2015 – quarant’anni esatti dalla 308 GTB, prima Ferrari dotata di V8 posteriore-centrale – la 488 ha fatto parlare fin da subito, dimostrando di essere una degna erede della 458 Italia.

Ferrari 488 Speciale ritratta nella famosa foto diffusa in rete

In questi giorni la tanto amata 488 GTB è tornata a far parlare di sè, grazie ad un’immagine diffusa sul web, che pare appunto vedere la protagonista di oggi in configurazione “Speciale” e non “GTO” come in molti speravano.
Le ultime indiscrezioni sulla vettura sono proprio recentissime e suggeriscono una potenza superiore ai 700 cavalli – rendendola in grado di competere con la nuova McLaren 720s – generata sempre dal propulsore V8 Turbo di 3,9 litri della 488 GTB, ma meno pesante del 10% rispetto a questo. Se queste saranno le statistiche, la renderebbero la più potente tra gli otto cilindri firmati dalla casa modenese.
L’ampio uso di materiali leggeri non riguarderebbe solo il propulsore ma l’intero progetto, considerando un uso diffuso di fibra di carbonio per lo sviluppo di diverse componenti tra cui cofano e parti aerodinamiche, così come l’introduzione di cerchi più leggeri del 40% se paragonati a quelli della coupé di serie. Cerchi affiancati da un impianto frenate ad alte prestazioni e abbinati a nuovi pneumatici Michelin Sport Cup e non più Pirelli P.zero.
La diminuizione del peso è sinonimo di un’ottica prestazionale maggiore. Grazie ad un’efficienza non scindibile sia da una vigorosa meccanica notevolmente più reattiva, sia dalle caratteristiche aerodinamiche dell’auto, ulteriormente affinate grazie a una conformazione di prese d’aria, pance, componenti specifiche (tra le quali si parla di uno spoiler attivo), che insieme amplificherebbero i
valori di rendimento del 20%. 

Bozza della Ferrari 488 Speciale

La speranza, dal momento che da parecchio tempo osserviamo delle versioni camuffate della 488 GTB, è quella di vedere questa nuova, sportivissima Ferrari in occasione del prossimo Salone di Ginevra. Che si chiami 488 GTO, 488 Speciale o 488 Sport Special, quel che è certo, è che non saranno sicuramente questi acronimi a rendere “Speciale” una Ferrari, ma la rende tale quel magnifico Cavallino Rampante su sfondo giallo a rendere una Ferrari veramente Speciale, qualunque essa sia.

Raffaello Caruso

Home Motorzone
Profilo Twitter

© RIPRODUZIONE RISERVATA